(MikeDotta / Shutterstock.com)

Dal 1 febbraio era già scattato l’obbligo vaccinale, sempre per gli over 50, che dovranno da oggi, 15 febbraio, esibire la certificazione verde rafforzata per accedere al posto di lavoro

A partire da oggi, 15 febbraio, scatta per tutti i lavoratori over 50 l’obbligo di esibire il Super Green Pass per accedere al posto di lavoro. La norma, già prevista dal Dl 1/2022, entrato in vigore l’8 gennaio e ora all’esame della Camera per la conversione in legge, fa seguito all’obbligo vaccinale per tutti i cittadini con più di 50 anni, attivo dallo scorso 1 febbraio.

Per accedere ai luoghi di lavoro dal 15 febbraio al 15 giugno, dunque, bisognerà essere vaccinati o guariti dal Covid-19. Non sarà più sufficiente, almeno per gli over 50, il tampone negativo effettuato nelle ultime 48 ore, che dà accesso al Green Pass base.

Controlli e sanzioni

Come per il controllo del Green Pass base, le aziende potranno effettuare verifiche tramite controlli all’ingresso con l’apposita app, facendosi consegnare il pass dai lavoratori, o tramite il sistema Greenpass50+ messo a disposizione dall’Inps. Anche le persone esentate dal vaccino potranno essere controllate in quanto, dal 7 febbraio, anche questa esenzione genera un Qr code equivalente al Green Pass.

Per quanto riguarda le sanzioni, come successo finora con il Green Pass base (che resta obbligatorio per gli under 50), chi non è in possesso della certificazione verde sarà considerato assente ingiustificato, quindi senza retribuzione, ma senza conseguenze disciplinari e con diritto a conservare il posto di lavoro, fino al 15 giugno 2022.