Fonte: Comune di Cesena

Si comincia da viale Mazzoni e si prosegue nelle vie Ravennate e Calatafimi

Abbattere le barriere architettoniche, ostacoli fisici che spesso causano enormi difficoltà a chi ha una capacità motoria ridotta o impedita in forma permanente o temporanea, e rendere la città ulteriormente accessibile. Con questo obiettivo, la Giunta comunale di Cesena ha approvato il progetto definitivo relativo all’eliminazione delle barriere architettoniche in riferimento al 2021 e corrispondente a un importo complessivo di 150 mila euro. Nello specifico, si tratta di interventi di adeguamento della rete stradale per quanto riguarda gli itinerari pedonali lungo l’intera estensione di Viale Jacopo Mazzoni, in Via Ravennate, con l’adeguamento della fermata bus nella frazione di San Martino in Fiume, e in Via Calatafimi (a Borello), in relazione all’adeguamento di una ulteriore fermata del trasporto pubblico.

“Il progetto – commenta l’Assessore all’Accessibilità degli spazi pubblici e privati Carlo Verona – è stato redatto valutando le criticità presenti in centro storico, che saranno inserite nel Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche, in corso di approvazione. Annualmente destiniamo a questo tipo di opere risorse necessarie alla rimozione degli ostacoli presenti lungo le strade cittadine e in corrispondenza delle fermate bus, il più delle volte segnalati anche dai cittadini. Il percorso del Peba infatti risulta quanto mai utile proprio per mappare tutta la città, a partire dal Centro storico, e programmare in seguito gli interventi più urgenti. È questo ad esempio – prosegue l’Assessore – il caso di Viale Mazzoni, che rientra anche fra le priorità dello studio sulle barriere architettoniche. Si tratta di un tratto stradale importante utilizzato dal transito pedonale e sede del mercato ambulante. L’intervento proposto comprende la manutenzione straordinaria dei marciapiedi, con relativa ripavimentazione, e l’eliminazione dei danni dovuti alla presenza delle radici degli alberi, spesso oggetto di inciampo. Sono inoltre previste rampe di risalita per persona con disabilità e la creazione di percorsi tattili”.

Nel caso di Viale Mazzoni i lavori saranno programmati senza condizionare in alcun modo gli appuntamenti settimanali (mercoledì e sabato) con il mercato ambulante.

“Parlare oggi di barriere architettoniche – prosegue Verona – significa costruire una cultura dell’accessibilità che faccia riferimento anche a quelle disabilità non sempre visibili o a quelle che possono essere solo temporanee. L’obiettivo dell’Amministrazione comunale, e a questo proposito ringrazio i tecnici del Settore dei Lavori pubblici, è di migliorare l’esistente e di lavorare in questa stessa ottica inclusiva in relazione agli interventi di manutenzione degli spazi pubblici e in merito alle nuove progettazioni”.