foto di repertorio shutterstock

Sono in corso attività di riscontro anche in riferimento ad altri furti o tentativo di furto, commessi in questo centro nel medesimo contesto temporale

La Polizia di Stato ha segnalato alla magistratura minorile tre ragazzi marocchini, in Italia senza fissa dimora e senza alcuna relazione parentale, per una lunga serie di reati commessi nello scorso fine settimana. In particolare, verso le ventidue di sabato scorso il personale dell’Ufficio Prevenzione Generale è intervenuto per identificarli mentre si aggiravano con fare sospetto in prossimità di un locale pubblico in orario di chiusura. Due di essi sono stati fermati e identificati mentre il terzo è riuscito a dileguarsi. I ragazzi fermati, che durante il controllo avevano commesso resistenza (agevolando così la fuga dell’amico) sono stati accompagnati in Questura e successivamente affidati ai servizi sociali per il collocamento in una struttura per minori. Nelle ore successive, il giovane riuscito a sfuggire al controllo si rendeva responsabile di altri reati.

Verso le due di domenica una volante dell’Ufficio Prevenzione Generale, nel corso dell’ordinario servizio di controllo del territorio, transitando nei pressi della farmacia Salinatore, ha notato un individuo che alla vista della pattuglia ha abbandonato una cassa dileguandosi nell’oscurità, introducendosi nel parco urbano e rendendo vano l’inseguimento degli agenti, i quali hanno scoperto che la cassa era stata appena sottratta dall’interno della farmacia che presentava una vetrata scardinata.

L’episodio è stato documentato attraverso l’acquisizione delle immagini delle telecamere di videosorveglianza, che hanno consentito di stabilire che l’individuo aveva agito da solo e poteva identificarsi, per abbigliamento e caratteristiche fisiche, con quello dileguatosi in occasione del controllo di polizia delle precedenti ore ventidue.

Più tardi, poco dopo le 4, è avvenuta una seconda aggressione ad una farmacia. Due cittadini che avevano assistito a ripetuti tentativi di sfondamento a calci della vetrata della farmacia Schibuola, in piazza Saffi, avevano allertato il numero d’emergenza unico 112, ma nel frattempo, prima che la pattuglia sopraggiungesse, l’autore si era allontanato senza entrare e rubare nulla, anche perché disturbato dalla presenza dei testimoni. Alla luce della descrizione fornita dai testimoni si trattava dello stesso che alcune ore prima aveva colpito in viale Salinatore. Domenica mattina, verso le 10, le Volanti e Squadra Mobile hanno catturato l’individuo in pieno centro cittadino mentre si trovava in sella ad una bici verosimilmente rubata.

Si tratta di un 14enne marocchino, senza fissa dimora e senza riferimenti familiari sul territorio nazionale. Nei suoi confronti sono state raccolte evidenze investigative, venendo indagato anche per resistenza a pubblico ufficiale e ricettazione, commessi in riferimento alla sua veemente reazione al momento della cattura e per il possesso della bicicletta. Dopo le formalità di rito è stato affidato ai servizi sociali per il successivo collocamento in una struttura per minori non accompagnati. Sono in corso attività di riscontro anche in riferimento ad altri furti o tentativo di furto, commessi in questo centro nel medesimo contesto temporale.