Fonte: Comune di Cesena

L’Assessora Francesca Lucchi: “Resta alta l’attenzione dell’amministrazione comunale in merito al contrasto di episodi di cattiva condotta da parte dei cittadini che non rispettano il territorio”

Rispetto del decoro urbano e del territorio. Sono freschi di nomina i 9 nuovi agenti accertatori incaricati dal Comune, mediante Atersir (Agenzia di regolazione dei servizi pubblici locali ambientali della regione Emilia-Romagna), di controllare e supportare la corretta gestione e lo smaltimento dei rifiuti nel territorio comunale. Gli operatori, abilitati dalla Polizia Locale dopo aver superato un apposito corso di formazione, che va aggiornato ogni due anni, sono chiamati a vigilare sulla corretta raccolta e il conferimento dei rifiuti da parte dei cittadini in modo da sensibilizzarli sulle procedure, ma hanno anche l’autorizzazione a eseguire accertamenti ed elevare sanzioni nei confronti dei trasgressori.

“Il nostro obiettivo – commenta l’Assessora alla Sostenibilità ambientale Francesca Lucchi – è che tutti operino nel pieno rispetto del regolamento relativo alla corretta gestione dei rifiuti. Da anni abbiamo avviato sul territorio comunale una capillare attività di monitoraggio per individuare tutti coloro che non si comportano correttamente nei riguardi della collettività e dell’ambiente. Per questa ragione abbiamo ritenuto opportuno inasprire i controlli potenziando l’attività di vigilanza in relazione alle attività di raccolta e conferimento dei rifiuti da parte degli utenti. Questi nuovi agenti accertatori, appositamente individuati tra i dipendenti di HERA e di Formula Ambiente e introdotti al fine di potenziare le azioni di informazione, vigilanza e controllo sul territorio, opereranno in supporto alla Polizia Locale. A Cesena sono già presenti agenti con specifiche mansioni ispettive ma l’incremento degli episodi di cattiva condotta ci ha indotto a considerare nuove soluzioni di contrasto. Se da un lato abbiamo approvato l’attivazione di un ulteriore servizio di gestione di foto-trappole, che verrà condotto in stretta sinergia con HERA e il Comando della Polizia Locale, dall’altro il servizio di vigilanza sarà potenziato da questi ispettori a cui è delegata la funzione di sanzionare coloro che non rispettano le regole della raccolta differenziata”.

Da gennaio ad aprile gli agenti della Polizia Locale hanno redatto 40 verbali di accertamento delle violazioni. A loro volta gli Agenti accertatori, che nel corso del servizio saranno riconoscibili attraverso un distintivo/tesserino riportante la qualifica assegnata, sono autorizzati a redigere regolare verbale di accertamento e contestazione delle violazioni riscontrate. I verbali saranno notificati al trasgressore dalla Polizia Locale.

Sei nuove foto-trappole. Questi nuovi dispositivi di videosorveglianza, che saranno gestiti da un soggetto specializzato esterno, costituiranno un efficace deterrente, poiché consentiranno l’identificazione dei responsabili degli abbandoni che, dopo le verifiche del caso da parte degli agenti della Pl, saranno sanzionati così come previsto. I punti con la presenza di cassonetti sul territorio sono numerosi e l’utilizzo di telecamere fisse, già installate, non copre efficacemente le esigenze. Per questa ragione, le fototrappole a batteria essendo scollegate dalla rete elettrica saranno facilmente spostabili da un sito ad un altro permettendo una sorveglianza dei punti in cui si presentano con maggiore frequenza i fenomeni di abbandono rifiuti.