L’uomo è stato rintracciato qualche ora dopo, a flagranza di reato ormai trascorsa

Domenica pomeriggio la Polizia di Stato è intervenuta in un’abitazione in zona porta Schiavonia per una violenta lite in atto. All’arrivo degli agenti, si è presentata una scena di devastazione procurata da un residente contro un altro condomino, per una serie di screzi dovuti a questioni di vicinato. Presente sul posto solamente la parte aggredita, mentre l’autore dei fatti nel frattempo si era allontanato.

Si tratta di un 44enne già noto alle Forze dell’ordine, il quale al culmine di una discussione per futili motivi avrebbe divelto l’infisso della finestra del contendente sfondando la tapparella e scagliato all’interno una panchina, colpendo una ragazza che in seguito ha riportato una prognosi di 7 giorni di guarigione per lesioni a una mano. L’aggressore è stato descritto armato di mazza e coltello da cucina. L’uomo è stato rintracciato qualche ora dopo, a flagranza di reato ormai trascorsa. Nei suoi confronti è stata inoltrata una denuncia per danneggiamento, lesioni aggravate e minacce aggravate.