foto di repertorio

La giovane ragazza è stata affidata ai responsabili della struttura di accoglienza affinché venisse collocata in luogo protetto

Un 23enne abruzzese è stato denunciato per lesioni personali, estorsione, danneggiamento e ricettazione dopo un intervento svolto da una volante dell’Ufficio Prevenzione Generale in favore di una donna che aveva chiesto aiuto agli agenti in transito lungo corso Garibaldi. La vittima, alla vista della pattuglia, ha fatto chiari gesti richiedendo l’attenzione degli agenti, che si sono immediatamente fermati per capire cosa fosse accaduto. La ragazza, ospite di una struttura di accoglienza, ha denunciato che da qualche giorno era stata raggiunta a Forlì dal suo ex, che aveva preso possesso del suo appartamento pretendendo di restare in sua compagnia.

In questa circostanza, si era anche impossessato di denaro, carte di credito e chiavi di accesso. La ragazza ha lamentato anche aggressioni fisiche per motivi di gelosia. Gli agenti hanno rintracciato poco distante l’uomo, che aveva addosso il denaro, la carta di credito e le chiavi, così come dichiarato dalla vittima sottratti il giorno prima. Nei suoi confronti è scattata una denuncia per i gravi reati commessi ed è stato allontanato dalla città, mentre la giovane ragazza è stata affidata ai responsabili della struttura di accoglienza affinché venisse collocata in luogo protetto.