L’arresto è maturato a seguito di specifiche ricerche del soggetto ad opera delle Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura

La Polizia di Stato ha arrestato in flagranza di reato un giovane italiano di 26 anni, residente in Veneto, poiché resosi responsabile di “furto con destrezza”. L’arresto è maturato a seguito di specifiche ricerche del soggetto ad opera delle Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura, che avevano ricevuto segnalazione descrittiva di un individuo che poco prima si era reso responsabile di intemperanze all’interno di un ufficio postale. Ed è proprio all’interno di un altro ufficio postale che il giovane è stato rintracciato, mentre stava ripetendo con lo sportellista le medesime richieste che nell’ufficio precedente non gli erano state soddisfatte.

Al momento del suo rintraccio, è però giunta al 112 un’altra segnalazione, con la quale un esercente di corso della Repubblica denunciava che un individuo aveva sottratto da un espositore un costoso paio di occhiali approfittando della distrazione della commessa. Gli agenti, rilevando immediatamente che la descrizione del fermato corrispondeva a quella del ladro, lo hanno immediatamente perquisito recuperando gli occhiali e così traendolo in arresto. Il pubblico Ministero, Sara Posa, ha quindi richiesto al Giudice Nunzia Castellano la convalida dell’arresto e l’applicazione di idonea misura cautelare; con il rito per direttissima l’arrestato è stato condannato a 8 mesi di reclusione, con applicazione della sospensione condizionale della pena e della misura cautelare del divieto di dimora in provincia di Forlì.