Interventi di efficientamento energetico, scuola e sport tra le priorità dell’amministrazione comunale

Scuola e sport sono al centro del progetto TARGET “Track, trace and follow energy efficiency measures to demonstrate establishing sustainable neighbourhoods” candidato dall’Amministrazione comunale di Cesena al bando Green Deal promosso dalla Commissione Europea nell’ambito del programma di finanziamento Horizon 2020. L’obiettivo del progetto, per il quale Cesena ha richiesto un contributo di 2.427.094,50 euro, di cui 2.062.000 da destinare a lavori di riqualificazione energetica su alcuni edifici pubblici che si collocano tutti nella zona dell’Ippodromo, fatta eccezione per un immobile Acer nel quartiere Fiorenzuola (area Fiorita), è di raggiungere emissioni zero nel settore dell’edilizia. Il progetto, strutturato da 29 partner, per un budget complessivo di 15 milioni, si pone inoltre l’obiettivo di realizzare quattro casi pilota in altrettante città europee (Espoo, in Finlandia, Atene, in Grecia, Aalborg, in Danimarca, e Cesena), identificando tipologie di interventi differenti.

“Questo bando europeo – commenta l’Assessora con delega ai Progetti europei Francesca Lucchi – rappresenta per la nostra città una grande opportunità da cogliere nell’ambito di un percorso avviato ormai da anni e che si inserisce, nella sua organicità, nelle politiche ambientali attuate dal nostro Comune sul territorio, soprattutto in relazione a tutti gli edifici che sono al centro della vita pubblica della comunità, scuole, impianti sportivi, spazi di aggregazione, creando un filo conduttore con le attività che stiamo portando avanti nell’ambito del programma di City Branding finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Nello specifico del progetto TARGET, la nostra città dovrà realizzare un caso pilota in merito alla riqualificazione energetica di un ‘distretto’ di edifici pubblici, che dal punto di vista energetico, saranno considerati un unico grande impianto. In questo senso, in caso di aggiudicazione del finanziamento, lavoreremo nella zona dell’Ippodromo, intervenendo nella scuola secondaria di Viale della Resistenza, nella palestra Ippodromo del Palaippo e nella palestra di ginnastica artistica. Inoltre, completeranno lo studio la sinergia con la piscina comunale e analisi riguardanti un edificio residenziale gestito da Acer, che sarà riqualificato con accesso al bonus 110%”.

“L’obiettivo del programma – prosegue Lucchi – è molto ambizioso, non è un caso infatti che si inserisce nella call Green Deal attraverso cui la Commissione Europea intende raggiungere le emissioni zero nel settore dell’edilizia e la neutralità climatica al 2050. Il progetto prevede di sviluppare un sistema integrato di tecnologie avanzate per la riqualificazione di edifici ad altissima efficienza energetica. L’innovazione di questo percorso risiede non solo nelle tecnologie utilizzate, ma anche nella scala degli interventi che riguarderanno non più il singolo edificio, ma agiranno a livello di quartiere. I cambiamenti climatici e il degrado ambientale sono una minaccia enorme per il nostro territorio e per le popolazioni europee e del mondo. In tal senso, per affrontare queste sfide che guardano al futuro delle nostre città, così come avviene sul fronte della mobilità e dei trasporti, dobbiamo dotarci di una strategia comune europea che guardi a una sostenibilità di tutti gli edifici pubblici fondamentali alla crescita dei nostri giovani e alla costruzione di un futuro sostenibile della nostra città”.

Energie per la Città, società in-house del Comune, oltre a essere consulente tecnico per l’Amministrazione comunale, sarà anche partner del progetto, mettendo a servizio le proprie competenze, prevedendo una ulteriore quota di finanziamento di 300.000 euro. Queste risorse, in caso di aggiudicazione, si sommeranno al budget destinato al Comune. L’esito della selezione al bando comunitario sarà comunicato entro la fine dell’estate, tra agosto e settembre 2021.