La Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli ha partecipato all’evento intervenendo in video conferenza

Si è ufficialmente alzato il sipario sull’Aeroporto Ridolfi. Questa mattina nella sala check in si è tenuta l’inaugurazione dello scalo forlivese con il taglio del nastro che è stato effettuato dal Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini e dal Direttore Generale di Enac, Alessio Quaranta, davanti alle istituzioni e ai dirigenti delle quattro compagnie aeree che hanno sposato il progetto forlivese: Air Dolomiti, Lumiwings, Air Horizont ed Ego Airways. Ha partecipato all’evento anche la Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli, intervenuta in video conferenza. A chiudere la giornata è stato Monsignor Livio Corazza, Vescovo della Diocesi di Forlì e Bertinoro, che ha benedetto l’aerostazione.

L’evento, organizzato secondo le disposizioni dei protocolli anti Covid e dunque limitato a poche persone, ha rappresentato l’atto finale del progetto intrapreso da F.A. srl nel 2018 finalizzato alla riapertura dello scalo forlivese dopo sette anni: l’ultimo volo schedulato risale infatti al 29 marzo 2013. La gestione di F.A. srl del Ridolfi è ufficialmente partita mercoledì 28 ottobre 2020 alle ore 10, quando è entrato in vigore l’ordinanza consegnata da ENAC venerdì 23 ottobre, che attestava il regolamento di gestione da parte della società forlivese.

Per rendere il 29 ottobre 2020 una data da non dimenticare, F.A. srl ha regalato a tutti i presenti una carta d’imbarco celebrativa dell’evento, con nome e numero di posto in sala di ognuno: un modo per conservare il ricordo di questa inaugurazione.

“In questa importante giornata non posso che ringraziare tutto coloro che hanno aiutato F.A. srl a realizzare un grande risultato – ha dichiarato Giuseppe Silvestrini, presidente di F.A. srl -, portando a termine un cammino iniziato quasi tre anni fa. Grazie al Ministero dei Trasporti, alla Regione Emilia-Romagna, al Comune di Forlì, alla Camera di Commercio, alla Fondazione Cassa di Risparmio di Forlì e a tutti i parlamentari che ci hanno aiutato giorno dopo giorno dandoci supporto anche nei momenti difficili. Grazie ai soci e ai consiglieri di F.A. srl e a tutto lo staff che ha lavorato sempre con grande passione. Saluto i cittadini forlivesi, i romagnoli e i nostri corregionali a cui chiediamo di utilizzare il nostro e il loro aeroporto per qualsiasi esigenza, perché il Ridolfi è un bene di tutti quanti”.

“Per la città di Forlì è un grandissimo segnale di speranza e di rilancio – ha sottolineato Gian Luca Zattini, Sindaco di Forlì – e la dimostrazione di quanto la città voglia aprirsi al mondo. Ringrazio questi grandi imprenditori, perché alla base di tutto quello che hanno fatto, c’è l’amore amore verso la loro città. Mi complimento, perché non si sono mai arresi anche davanti ad ostacoli che sembravano insormontabili. Ringrazio la squadra di F.A. che ha lavorato per ridare a Forlì l’aeroporto, permettendo di realizzare un grande progetto nonostante il momento duro che stiamo attraversando. Questo non è l’aeroporto di Forlì, è l’aeroporto della Romagna e sono contento che il concetto sia già stato compreso da tutti. Inoltre il Ridolfi è il fulcro di un importante e prestigioso progetto legato all’aviazione: si dice che Cardiff sia la città dell’aviazione e noi vogliamo che Forlì diventi la Cardiff del Mediterraneo”.

“L’apertura di un aeroporto è un giorno di festa per tutti – ha affermato Alessio Quaranta, Direttore Generale di ENAC –. Credo che Forlì sia un caso unico in ambito italiano, perché in tutti questi anni le istituzioni locali e nazionali indipendentemente dalle maggioranze politiche, sono sempre state unite per la riapertura dello scalo, lavorando per un obiettivo comune. Magari potrà sembrare scontato, ma non lo è e con questa unione si è creato un grande risultato. F.A. srl ha posto le condizioni per rilanciare l’aeroporto in un momento così difficile, prendendosi l’onere di mantenere gli impegni presi. Ricordo ancora quando il presidente Silvestrini disse di voler dare qualcosa a questo territorio dal quale aveva avuto tanto. Grazie a questo spirito F.A. srl è riuscita a raggiungere l’obiettivo”.

“È una bellissima giornata in un clima complicato che stiamo vivendo – ha dichiarato Stefano Bonaccini, Presidente della Regione Emilia-Romagna -. Abbiamo necessità di lavorare insieme in questo momento per marciare tutti in un’unica direzione e la Regione non può che essere grata a F.A. srl e infatti l’accompagnerà sempre perché il Ridolfi è un bene per tutta l’Emilia-Romagna. L’aeroporto rientra pienamente nelle priorità infrastrutturale che ci siamo posti. in un mondo nel quale si vogliono trasferire merci e persone c’è bisogno di infrastrutture moderne e dunque come Regione Emilia- Romagna siamo pronti a dare il nostro contributo mettendo a disposizione 12 milioni di euro da investire nelle infrastrutture. Sono anni che stavamo lavorando per la riapertura del Ridolfi, ma avevamo bisogno di straordinari imprenditori e li abbiamo trovati in F.A. srl”.

“Mi sono impegnata tanto in prima persona per la riapertura del Ridolfi anche prima di essere nominata Ministro – ha dichiarato Paola De Micheli, ministra delle infrastrutture e dei trasporti – e sono molto orgogliosa che alla base di questo risultato ci sia stato un lavoro collettivo. Nonostante la tensione che viviamo ogni giorno nel mondo dei trasporti legata al Covid, F.A. srl ha deciso di investire sul proprio futuro con una infrastruttura importante soddisfacendo una esigenza del territorio e del mondo imprenditoriale, studiando una strategia solida pur se sarà inevitabilmente regolata dagli eventi, darà di certo risultati. Abbiamo avuto la conferma di come in Emilia-Romagna ottimi imprenditori affiancati da ottime amministrazioni riescano a costruire progetti importanti avendo una visione strategica proiettata nel futuro”.