“Liliana Segre rappresenta un esempio e punto di riferimento per la comunità forlivese”


Nella seduta di lunedì 26 ottobre, il Consiglio comunale di Forlì ha votato all’unanimità il conferimento della Cittadinanza Onoraria alla Senatrice Liliana Segre. Nel presentare la deliberazione, il Sindaco Gian Luca Zattini ha sottolineato che il riconoscimento alla Senatrice Segre, “donna libera e di pace, è un atto di grandissima importanza che consacra la volontà di abbracciare come concittadina una persona straordinaria, per valore umano, testimonianza, esperienze. Nella figura di Liliana Segre si sintetizzano tutti i valori fondanti della nostra Repubblica e il suo percorso, dopo la discesa nell’inferno della Shoah, è divenuto un inno alla vita”.

Partendo dalle riflessioni scaturite alcuni mesi fa in sede di approvazione della mozione da parte del Consiglio comunale e attraverso la condivisione del testo avvenuta negli ultimi passaggi amministrativi, la Cittadinanza onoraria è conferita con la seguente motivazione: “Per la sua opera di memoria e testimonianza della Shoah e per il suo instancabile impegno civile volto all’educazione delle giovani generazioni ai valori della tolleranza, del rifiuto dell’indifferenza e di ogni forma di discriminazione e totalitarismo, Liliana Segre rappresenta un esempio e punto di riferimento per la comunità forlivese”. Un lunghissimo e corale applauso da parte degli assessori e dei consiglieri – sia in presenza, sia quelli in collegamento online – ha accompagnato il momento del voto da parte dell’Assemblea civica, sancendo un grande abbraccio simbolico di stima e affetto.