Le parole dell’assessore ai lavori pubblici Vittorio Cicognani che denuncia l’acccaduto

“Il crollo del soffitto del corridoio che mette in comunicazione il salone dell’anagrafe con gli uffici riservati al personale dei servizi demografici è avvenuto con molta probabilità questa notte, determinando una situazione di evidente pericolo non solo per i dipendenti di questo Comune ma per gli stessi cittadini. Si tratta di un fatto gravissimo” – continua Cicognani – “che fortunatamente si è verificato di notte, fuori dagli orari di apertura al pubblico di questi uffici ma che certifica la disattenzione e il disinteresse che è stato riservato nel corso delle passate legislature alla stabilità e alle condizioni di sicurezza del palazzo comunale.”

“Una situazione di lungo corso quindi, che ereditiamo dal passato ma di cui intendiamo farci carico con profondo senso di responsabilità per restituire al municipio e ai suoi dipendenti le opportune e dovute condizioni di sicurezza e idoneità statica dei luoghi di lavoro. È con questa ratio che procederemo, già a partire dai prossimi giorni, con un approfondito controllo di tutti i locali comunali, incominciando proprio da quelli più vicini al luogo del crollo per verificarne l’agibilità e la sicurezza”.