“Troppo spesso ci si dimentica quanto questa pandemia, con tutte le sue conseguenze, ha tolto ai nostri giovani e quanto ancora toglierà loro”

“In questo momento di grande difficoltà e incertezza, alla luce di una situazione complessa e delicata vorrei rivolgermi a tutti i giovani, i nostri giovani, per manifestare loro sostegno e piena comprensione della loro difficoltà nel poter vivere appieno questi fantastici anni. Negli ultimi giorni mi è capitato di ricevere segnalazioni contenenti critiche verso la condotta di alcuni ragazzi per il mancato rispetto delle regole, giudizi che a volte li individuano come responsabili di un peggioramento della situazione sanitaria. È evidente che ci sono stati comportamenti impropri, dovuti certamente all’impeto giovanile e a una sottovalutazione dei rischi portata dalla novità di questa situazione, da cui però molti, adulti compresi, non possono dichiararsi estranei. Ci sono tuttavia tantissimi ragazzi che hanno dimostrato grandi responsabilità e dato prova di maturità e senso civico, non solo rispettando le regole ma dando un aiuto alla comunità in vario modo, dalla distribuzione delle mascherine a migliaia di famiglie fino alla consegna dei pasti a domicilio, senza dimenticare i tantissimi gruppi di studio online e di assistenza reciproca fra alunni.
Troppo spesso ci si dimentica quanto questa pandemia, con tutte le sue conseguenze, ha tolto ai nostri giovani e quanto ancora toglierà loro. Così come spesso non ci si ferma a pensare che sono loro, i nostri ragazzi, negli anni della loro piena formazione, le prime vittime di una situazione che li sta privando di esperienze e momenti che mai nessuno darà loro indietro.
Voglio rivolgere a tutti questi ragazzi un messaggio di fiducia, con l’invito a continuare nella giusta direzione, tutti insieme, come comunità, con l’augurio che, anche grazie al vostro fondamentale contributo, presto possiate tornare ad una normalità e ad una spensieratezza che vi contraddistingue e che questo virus si è illuso di potervi portare via.”