Foto di repertorio shutterstock

In vigore da oggi fino al 13 novembre 2020

Da oggi, 19 ottobre 2020, fino al 13 novembre 2020, sono in vigore delle nuove normative volte a contrastare la diffusione del Covid-19.

Il Dpcm emanato questa notte dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e dal ministro della Salute, Roberto Speranza contiene diverse direttive qui riassunte:

  • I sindaci avranno la possibilità di chiudere strade e piazze particolarmente affollate dalle 21;
  • Se il consumo avviene ai tavoli, bar e ristoranti potranno tenere aperto fino alle 24, in caso contrario le serrande dovranno abbassarsi alle 18;
  • L’attività d’asporto può restare aperta fino alle 24;
  • Al ristorante si potrà sedere massimo sei per tavolo e all’esterno del locale dovrà essere affissa una comunicazione la quale indichi il numero massimo della capienza;
  • Nessuna limitazione alle attività di ristorazione in ospedali, aeroporti e lungo le autostrade;
  • Le attività scolastiche proseguono in presenza, ma nelle scuole secondarie di secondo grado verranno favorite modalità più flessibili, con ingressi alle ore 9 e possibili turni pomeridiani;
  • Le università dovranno essere in grado di adattarsi agli sviluppi e prevedere modalità di insegnamento flessibili;
  • Sono vietate sagre e fiere locali, e consentite le manifestazioni fieristiche di carattere nazionale e internazionale;
  • sono sospese le attività convegnistiche;
  • Riguardo alle palestre, esse non chiuderanno per ora, ma viene data una settimana di tempo per verificare il rispetto dei protocolli, e in caso di verifiche insoddisfacenti la loro attività sarà sospesa;
  • Non sono consentite competizioni legate all’attività sportiva dilettantistica negli sport di contatto e in particolare sono sospesi gli sport di squadra;
  • Lo smartworking dovrà passare dal 50 al 75% anche per alleggerire la situazione dei trasporti pubblici.