Oggi, venerdì 9 ottobre, è stata realizzata una breve cerimonia per il taglio del nastro

Confartigianato Forlimpopoli ha trasferito la propria attività nella nuova sede, in via Vecchie Fondine 31 e oggi alle 12 è stata realizzata una breve cerimonia per il taglio del nastro. L’Associazione ha deciso di acquistare e ristrutturare l’immobile, più moderno e funzionale, per potenziare i servizi per imprese e cittadini che vivono e lavorano nell’area. Spiega Luca Morigi presidente di Confartigianato di Forlì “un investimento così importante avrebbe meritato più di un semplice taglio del nastro, ma il rispetto della normativa di contrasto alla diffusione del Covid-19 ci ha spinti ha optare per questa soluzione, rimandando a tempi più tranquilli una eventuale inaugurazione aperta alla città.” All’evento, oltre ai dirigenti dell’Associazione forlivese, erano presenti il presidente della Provincia Gabriele Antonio Fratto, la sindaca del comune artusiano Milena Garavini, il sindaco del comune di Meldola Roberto Cavallucci, il capitano della Compagnia Carabinieri di Meldola Rossella Capuano e il parroco don Stefano Pascucci. La sede ospita sei dipendenti che offrono servizi di supporto all’impresa in campo fiscale, di consulenza del lavoro e nei rapporti con gli istituti, a cui si aggiunge un’operatrice di Confartigianato persone che si occupa del Caaf e del patronato, offrendo servizi maggiormente orientati, appunto, ai bisogni dell’individuo. Come spiega Diana Lolli, presidente del comitato zonale del Basso Bidente che comprende Forlimpopoli, Bertinoro e Meldola “con la nuova sede saranno potenziati non solo i servizi tradizionali, ma anche quelli rivolti alla persona: imprenditori, collaboratori, dipendenti e loro familiari, potranno avvalersi dei nostri consulenti per una tutela a 360 gradi.”