La risposta dell’Assessore al Welfare Rosaria Tassinari

In relazione alla lettera inviata al Comune e alla Stampa dalla Presidente dell’Auser di Forlì Maria Luisa Bargossi, l’Amministrazione comunale risponde immediatamente avvertendo la necessità di una doverosa precisazione.

“Sono molto dispiaciuta – scrive l’Assessore al Welfare Rosaria Tassinari – per il malinteso che si è determinato a proposito dell’iniziativa di venerdì 11 settembre, nel corso della quale sono stati consegnati attestati di riconoscimento ad alcune delle realtà che si sono mobilitate in forme di solidarietà durante l’emergenza covid 19. Prima di ogni altra considerazione penso sia doveroso un punto di chiarezza. Ci tengo infatti a sottolineare come l’attività che l’Auser di Forlì ha svolto e continua a svolgere nell’ambito del volontariato al servizio della comunità cittadina, anche attraverso le forme di aiuto attivate durante l’emergenza in corso, sia importantissima ed encomiabile, meritevole di essere indicata all’intera collettività per il suo alto valore sociale e civico. L’iniziativa di venerdì, come precisato nella comunicazione poi riportata dagli organi di stampa, non aveva intento esaustivo ma rappresenta una tappa d’un percorso articolato in vari momenti e pensato per esprimere riconoscenza alle diverse e, fortunatamente, numerose realtà che si stanno impegnando per fronteggiare questo drammatico periodo. Ovviamente fra le realtà a cui il Comune di Forlì vuole rivolgere un pubblico riconoscimento figura anche Auser che sarà coinvolta in un momento analogo insieme ad altre realtà del Terzo settore, dell’associazionismo legato al Welfare e del mondo dei club service”.