Potranno essere valutate immediatamente eventuali situazioni di allarme

Anche in vista della imminente ripartenza del nuovo anno scolastico, la Prefettura di Forlì-Cesena, d’intesa con Start Romagna, e con la fattiva collaborazione della Questura e del Comando provinciale dei Carabinieri di Forlì-Cesena, ha avviato, negli scorsi mesi, un percorso volto alla completa attuazione del Protocollo d’Intesa in tema di videosorveglianza sugli autobus adibiti al trasporto pubblico locale, già in vigore a far data dal 14 dicembre 2015.

Il riferimento, in particolare, è alla realizzazione di un collegamento diretto tra la Sala Operativa di Start Romagna, ove vengono registrate e custodite le immagini riprese all’interno degli autobus, e le Centrali Operative della Questura di Forlì-Cesena e del Comando provinciale dei Carabinieri che consente di attivare lo streaming delle immagini, non solo su iniziativa dell’autista, ma anche degli operatori di polizia, in caso di necessità e urgenza.

La finalità del servizio è quella di consentire alle Forze di polizia di poter valutare concretamente nella immediatezza eventuali situazioni di allarme a bordo degli autobus  allo scopo – qualora ritenuto necessario per la tutela della sicurezza degli utenti e degli operatori di Start Romagna – di un tempestivo intervento.

Il risultato conseguito è il frutto di numerosi tavoli in videoconferenza, convocati e coordinati dalla Prefettura, già a partire dal mese di maggio, e con la partecipazione, tra gli altri, oltre che delle Forze di polizia, di Start Romagna e Amr per il settore degli autobus di linea, allo scopo di monitorare l’andamento e le eventuali criticità sul territorio provinciale nella fase immediatamente successiva al lock down.