Inoltrata una denuncia in Procura per minacce e danneggiamento

La Polizia di Stato ha denunciato alla Procura di Forlì una coppia di giovani residenti in città, lui 29enne, lei 25enne, per i reati di minaccia (entrambi) e solo il ragazzo anche per danneggiamento. L’episodio nasce da una lite in strada nella zona dei Romiti tra il genitore di un minore al quale era stato sottratto il casco da moto e la coppia di giovani, ai quali l’uomo aveva chiesto avessero visto qualcosa circa il furto che gli aveva riferito il figlio.

Durante il loro incontro la discussione deve essere trascesa in qualche scambio di parole di troppo, tanto che il genitore è sceso dal veicolo per chiedere spiegazioni, avendo ricevuto inaspettatamente degli improperi senza alcuna plausibile ragione. Il giovane lo ha quindi pesantemente minacciato e aggredito, costringendolo a rientrare nell’abitacolo, spalleggiato dalla sua ragazza che gli aizzava contro il cane razza pittbull che aveva con sé. L’aggredito ha poi raccontato che in quel momento sono improvvisamente sopraggiunti alcuni giovani a lui sconosciuti i quali, probabilmente a causa di un precedente screzio, hanno aggredito il giovane lasciandolo a terra dopo averlo colpito più volte, per poi fuggire, e che una volta che costui si era rialzato aveva sfogato la sua rabbia contro la sua auto, rompendogli il parabrezza.

Quasi contestualmente, giungeva una segnalazione al 112 da parte di un residente, che segnalava la presenza di una coppia che sta stavano sbraitando in strada; lui li aveva richiamati, e per tutta risposta il ragazzo aveva spaccato lo specchietto di un’auto parcheggiata in strada. Sul posto interveniva una pattuglia delle Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura che identificava i due giovani, nei cui confronti quindi è stata inoltrata una denuncia in Procura per minacce e danneggiamento.