Annalisa Francia con le nipoti Rebecca e Giada

Annalisa aveva conosciuto molto da vicino le difficoltà e gli ostacoli di una vita intera con il diabete perché a sua nipote Rebecca era stato diagnosticato il diabete di tipo 1. 

La famiglia di Annalisa Francia, venuta a mancare all’affetto dei suoi cari a luglio 2020, ha scelto di devolvere un’importante donazione in memoria a favore dei bambini con diabete di tipo 1 della Romagna. La donazione, devoluta all’associazione Diabete Romagna, che opera sul territorio romagnolo integrando quanto offerto dal Servizio Sanitario Nazionale, migliorerà concretamente la qualità di vita di tutti i bambini con diabete e le loro famiglie, che ogni giorno devono affrontare con ancor più forza e coraggio una vita in compagnia di una malattia per la quale non esiste guarigione.
 
Annalisa aveva 44 anni e lavorava presso Servizi Industriali Scarl. Era una donna molto forte, protettiva e molto legata alla sua famiglia. Annalisa aveva conosciuto molto da vicino le difficoltà e gli ostacoli di una vita intera con il diabete, proprio perché a sua nipote Rebecca era stato diagnosticato il diabete di tipo 1. Rebecca oggi ha 8 anni e come tanti bambini con diabete della sua età ha dovuto imparare fin dall’esordio a gestire in modo autonomo le misurazioni della glicemia e le iniezioni di insulina necessarie per vivere. L’anno scorso Rebecca ha partecipato a uno dei campi scuola per bambini con diabete di tipo 1 che ogni anno l’associazione Diabete Romagna organizza per aiutare bambini e genitori ad acquisire nuove competenze sul diabete, confrontarsi con medici e professionisti sanitari e conoscere le storie delle altre famiglie con cui condividono le stesse paure e difficoltà. Grazie ai campi scuola famiglie come quella di Rebecca sanno di non essere sole. Da questo la volontà della famiglia, degli amici di Foris Index, Pentasoft e dell’Unità Operativa Acquisti dell’Ausl della Romagna, e dei colleghi di Servizi Industriali Scarl, di devolvere le offerte in memoria di Annalisa a favore dell’associazione Diabete Romagna. La memoria di Annalisa continuerà ad essere viva in tutti i suoi famigliari, in particolare nelle nipoti Rebecca e Giada a cui era molto legata, negli amici, colleghi e in tutte le persone che l’hanno conosciuta ma anche nei sorrisi dei tanti bambini con diabete di tipo 1 che grazie a questa donazione troveranno conforto nei progetti di Diabete Romagna.
 
“Siamo molto grati alla famiglia, agli amici e colleghi di Annalisa Francia perché anche in un momento così doloroso hanno scelto di garantire un futuro migliore a chi convive con questa patologia. La donazione in memoria di Annalisa ci permetterà di continuare a finanziare i progetti di Diabete Romagna a favore dei bambini con diabete di tipo 1 del nostro territorio, tra cui il campo scuola di formazione per bambini con diabete e i loro genitori. La scomparsa di una persona cara è un momento molto difficile da affrontare, ma anche un’occasione di forte riflessione sul valore della vita e fare una “donazione in memoria” a favore di Diabete Romagna significa mantenere vivo il ricordo di una persona amata”. Pierre Cignani, presidente di Diabete Romagna.
 
I riferimenti per sostenere i progetti di Diabete Romagna con una donazione liberale o in memoria di una persona scomparsa, tramite bonifico bancario, bollettino postale o online sono indicati di seguito: www.diabeteromagna.it/sostienici/fai-una-donazione. Per informazioni contattare Diabete Romagna al 388 1613262 o tramite mail a [email protected]