L'Assessore al Bilancio Matteo Zanchini

La nota del Comune e gli interventi del Sindaco Daniele Valbonesi e dell’Assessore Matteo Zanchini

Durante il consiglio comunale di lunedì 29 giugno è stato discusso e approvato il rendiconto di gestione 2019. Via libera, quindi, al complesso documento che in ben 12 allegati racchiude attività, verifiche e metodi attraverso cui, anche alla luce delle nuove norme ormai a regime sulla “contabilità armonizzata”, si effettua una verifica consuntiva di quanto svolto nell’esercizio appena passato. Un anno, il 2019, caratterizzato dal punto di vista politico-amministrativo, dalle elezioni Amministrative ed Europee del 26 maggio: un passaggio democratico importante che localmente è stato un momento di partecipazione e di discussione sui temi e sui progetti che riguardano non solo il Comune ma, in generale, tutto il territorio. Questo non ha fermato il Comune di Santa Sofia che ha continuato il suo lavoro orientato a raggiungere gli obiettivi individuati precedentemente e a migliorare i servizi per i propri cittadini. Il 2019 si è contraddistinto per importanti scelte politiche che daranno i loro frutti negli anni a venire.

“Avvenimenti e progetti diversi tra loro ma accomunati da un aspetto fondamentale: la sinergia tra enti” afferma il Sindaco Daniele Valbonesi. “Nel dettaglio – prosegue – ricordo la conclusione dei lavori del progetto Vias Animae, la conclusione della progettazione e il finanziamento (in gran parte tramite bandi) dell’antistadio Brusati i cui lavori termineranno nel 2020, la conclusione della progettazione e il finanziamento (in gran parte tramite bandi) della sala Milleluci ed il finanziamento da parte della Regione Emilia-Romagna per la “casa della salute” che sarà collocata presso l’ex casa di riposo dopo i lavori di manutenzione straordinaria gestiti dall’Asp San Vincenzo de Paoli.” “Un altro tema importante – dice l’Assessore al Bilancio Matteo Zanchini, con delega anche al personale – è quello delle risorse umane. Dopo alcuni anni di stasi in termini di assunzioni, si è proceduto a ridefinire le nuove priorità anche a seguito del collocamento a riposo di personale e in un’ottica di rafforzamento dei Servizi maggiormente in sofferenza. Era una necessità non più procrastinabile: riapprovato il piano del fabbisogno, sono partite una serie di procedure di concorso.” Nel dettaglio, il piano assunzionale approvato nel luglio 2019 comprende: 1 esecutore tecnico specializzato (cat. B), 1 istruttore amministrativo-contabile (cat. C, di prossima assunzione), 2 istruttori tecnici (cat. C), 1 funzionario tecnico (cat. D). Di queste, nel gennaio 2020 si è conclusa la prima procedura con l’assunzione di una unità presso l’Ufficio Tecnico Comunale. Altra novità nel corso del 2019 è stato l’ampliamento e ristrutturazione della Farmacia Comunale “Cavallucci”, servizio che ha avuto un ruolo centrale durante la gestione della recente emergenza sanitaria. “Anche qui – prosegue Zanchini – stiamo cercando di incrementare i servizi offerti. Grazie ai nuovi spazi, è stato possibile aggiungere una gamma di alimenti gluten free e, da poche settimane, è attivo l’accreditamento grazie al quale in Farmacia è possibile utilizzare i “buoni” per celiaci a mezzo di tessera sanitaria.” 

Venendo ai dati del bilancio consuntivo, i risultati soddisfano l’Amministrazione. Il rendiconto di gestione 2019 presenta un avanzo di amministrazione di € 1.700.354,83, di cui € 1.077.390,56 è il totale parte accantonata, € 107.636,39 è la parte vincolata, € 11.125,85 destinati al finanziamento di spese in conto capitale e ben € 504.202,03 di fondi disponibili.“Questo risultato di gestione – chiarisce sempre Zanchini – è dovuto in parte all’eliminazione di residui passivi insussistenti e ad una attenta analisi dei debiti e dei crediti”.
Importante evidenziare anche la situazione delle entrate tributarie, con il gettito complessivo IMU accertato pari a € 1.018.066,41, sostanzialmente in linea con le previsioni di bilancio.
Il gettito complessivo per la Tasi è stato accertato per € 10.104,30. Per quanto riguarda la Tari, si è evidenziato un assestamento di € 912.003,70.A questi si devono sommare poi € 45.691,53 di entrate per imposta di pubblicità e occupazione suolo pubblico oltre a € 266.207,64 di Irpef.
Al 31 dicembre 2019 non risultano debiti fuori bilancio e le spese di personale rispettano i limiti previsti dalla normativa.

 “Con la parte disponibile dell’avanzo – afferma il Sindaco Valbonesi – andremo a destinare risorse su alcuni lavori pubblici importanti quali l’ampliamento del cimitero comunale (riduzione del mutuo previsto) ed un corposo intervento di manutenzione straordinaria delle strade che interesserà parte del capoluogo e le frazioni di Camposonaldo, Corniolo e Spinello.” Conclude l’assessore Zanchini: “Abbiamo tenuto fede agli impegni presi e i numeri confermano la virtuosità dell’Ente. Purtroppo, alle porte del 2020 l’emergenza Covid-19 ha fortemente inciso sulle nostre vite modificando repentinamente la scala delle priorità. Avere i conti in ordine oggi ci permette gestire al meglio delle nostre possibilità le conseguenze dell’emergenza, senza tralasciare la gestione ordinaria del paese: investimenti in opere pubbliche e servizi. Confidiamo comunque nell’arrivo di ulteriori aiuti da parte dello Stato che impiegheremo innanzitutto per superare le difficoltà derivanti dalla pandemia per andare incontro ai cittadini e alle categorie economiche particolarmente colpite da questa situazione.”