Il documento prende in esame le tre fasi che caratterizzano l’attività del laboratorio odontotecnico

Confartigianato ha realizzato un vademecum pensato per aiutare gli odontotecnici a rispettare i numerosi adempimenti richiesti per far fronte alla situazione sanitaria, legata alla diffusione del Covid19 nel nostro Paese. Nel documento sono contenute le migliori procedure atte a intensificare e rafforzare le buone prassi di pulizia, disinfezione e sterilizzazione e, più in generale, di biosicurezza che i lavoratori odontotecnici, ma anche gli studi odontoiatrici, già adottano per evitare il rischio di contaminazione incrociata. Come spiegano i vertici di Confartigianato Forlì “al di là dell’attenzione che gli odontotecnici sempre prestano alle misure idonee a salvaguardare la salute dell’imprenditore e degli eventuali collaboratori, si è reso necessario un approfondimento rispetto alle procedure aziendali di pulizia e disinfezione contro le possibili fonti di contagio e, in particolare, contro il nuovo coronavirus. Confartigianato Odontotecnici ha realizzato un corposo vademecum, scaricabile dal sito dell’Associazione forlivese, che prende in esame le tre fasi che caratterizzano l’attività del laboratorio odontotecnico, ovvero l’ingresso in sede del materiale proveniente dallo studio medico, la lavorazione e l’uscita del manufatto protesico verso lo studio medico, individuando per ognuna le criticità che possono concorrere alla diffusione del contagio.” Dall’igiene delle mani, alle mascherine, alla disinfezione dei locali, suddivisi in aree con gradi di rischio differenti, il documento offre una panoramica completa, che include anche una check list per aiutare l’imprenditore a orientarsi al meglio. 
Il documento è disponibile all’indirizzo https://www.confartigianato.fo.it/news/il-vademecum-per-pulizia-e-disinfezione-nel-laboratorio-odontotecnico/