Da marzo e fino alla ripresa delle attività scolastiche, il costo sostenuto dalle famiglie sarà pari a zero

La Giunta del Comune di Bertinoro unitamente al Sindaco ha deciso nel pomeriggio di martedì 14 aprile di azzerare le rette del nido comunale il Bruco, dando un concreto aiuto alle famiglie che già da fine febbraio non usufruiscono più del servizio a causa dell’emergenza sanitaria Coronavirus.

Da marzo e fino alla ripresa delle attività scolastiche, il costo sostenuto dalle famiglie sarà pari a zero.

Inoltre anche per i servizi di pre e post scuola, trasporto, mensa e centri educativi pomeridiani è previsto che nessun costo sia a carico dalle famiglie bertinoresi per le mensilità non effettivamente usufruite.

L’Assessore alla Scuola, Sara Londrillo, afferma: “In un momento così drammatico anche dal punto di visto economico, con aziende chiuse e dipendenti in cassa integrazione, alla Giunta è sembrato un gesto dovuto sollevare i genitori dalle spese del nido e da tutte quelle relative ai servizi non erogati. Vogliamo dire ai nostri cittadini che siamo loro vicini e siamo consapevoli delle difficoltà di gestione familiare, anche a fronte della mancanza dei servizi per i più piccoli. Grazie a contributi statali, regionali e con fondi comunali riusciremo a coprire le spese, non dimenticandoci delle cooperative e delle ditte appaltatrici che svolgono queste funzioni per il Comune.”