L’uomo riteneva inadeguate le cure praticate alla moglie

Qualche notte fa una pattuglia dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura è dovuta intervenire presso il Pronto Soccorso, a richiesta del personale infermieristico in servizio, per le intemperanze di un soggetto, accompagnatore di una utente. Gli agenti intervenuti hanno quindi appreso che poco prima, all’interno dei locali dell’accettazione, era avvenuta una accesa discussione tra una infermiera ed un uomo, ancora lì presente all’arrivo degli operatori, durante la quale quest’ultimo aveva minacciato ed offeso l’infermiera, anche arrivando a sbattere i pugni sul bancone del triage. L’uomo lamentava il tempo di attesa e anche le cure che erano state praticate in favore della moglie, ritenendole inadeguate. A nulla era valsa la posizione contraria della moglie stessa, in quanto imperterrito l’individuo aveva mantenuto un comportamento aggressivo verso il personale infermieristico, anche dopo che era sopraggiunta in aiuto una guardia particolare giurata in servizio presso l’Ospedale. Una volta acquisite le informazioni e le testimonianze sull’accaduto, carico dell’uomo, un 56enne domiciliato a Forlì, è scattata la denuncia per minaccia e violenza a incaricato di pubblico servizio.