“Un onore e un onere che mi spinge a fare il massimo. Sarò il referente di tutti”

“Non solo Forlì, ma tutta la Romagna è stata penalizzata nella composizione della nuova Giunta di Bonaccini. Una Romagna che è sempre stata solo ed esclusivamente un serbatoio di voti da sfruttare, all’occorrenza, in funzione di scelte politiche strumentali che successivamente l’hanno tagliata fuori dai ruoli di governo. E non stiamo parlando di lana caprina; stiamo parlando di un territorio che è stato usato, illuso e poi cestinato per lo logiche di potere e di un Pd che, nel forlivese, ne esce letteralmente a pezzi, dilaniato da lotte fratricida e che per la prima volta, dopo anni, non ha eletto alcun rappresentante in senso al consiglio regionale.”
Con queste parole l’unico consigliere eletto del comprensorio forlivese, Massimiliano Pompignoli, lancia il suo appello a Sindaci, Associazioni di categoria, imprese e cittadini di tutta la Provincia: “in questi ultimi cinque in Assemblea Legislativa, ho sempre cercato di lavorare nell’interesse trasversale di tutto il territorio forlivese e cesenate, senza alcun filtro di natura politica, anteponendo l’interesse della collettività ai campanilismi di partito e alle rivendicazioni personali. Ho sempre pensato, e lo penso tutt’oggi, che il mio sia un privilegio al servizio di tutti, non solo di chi mi ha votato. E’ per questo motivo che, vista l’esclusività della mia elezione nel comprensorio forlivese, non mi limiterò a rappresentare la Lega in Regione” – conclude Pompignoli – “ma sarò il ‘Pro-Assessore’ di tutti, mettendomi a disposizione totale di Forlì e della Romagna e di chiunque voglia riporre nel mio impegno la sua fiducia.”