Alberi caduti e rami spezzati, raffiche di vento oltre i 90 chilometri orari

E’ stata una nottata impegnativa con raffiche di vento oltre i 90 chilomteri orari che hanno portato alla caduta di alberi e a rami spezzati, bidoncini della spazzatura trascinati via oltre a black out in alcuni quartierei di Forlì. Il tutto è dovuto al ciclone extra-tropicale Ciara, uno dei più potenti degli ultimi anni, che ha messo già in ginocchio Gran Bretagna e Scandinavia e che sta interessando l’Europa centro-settentrionale, attivo in Appennino già da lunedì 10 febbraio. I Vigili del Fuoco sono stati operativi nel corso della notte, cin circa cinquanta interventi nel territorio, per eliminare i pericoli derivanti dai rami pericolanti e per facilitare la viabilità.

I forti venti sono stati attivati dalla differenza di pressione tra l’Islanda e le Azzorre e il vento di Libeccio, in Romagna chiamato Garbino, ha attivato l’innalzamento dellea temperatura in uno dei mesi che dovrebbe essere il più freddo dell’anno. Nelle prossime ore, pur rimanendo l’allerta gialla della Protezione civile, è previsto un ritorno alla normalità.