“Siamo attenti al tema della sicurezza delle imprese e della comunità in cui operano”

Il presidente di Confartigianato di Forlì, Luca Morigi, assieme al segretario Marco Valenti, ha consegnato, questa mattina, al vice Questore Primo Dirigente Andrea Massimo Zeloni, dirigente della Divisione Polizia Anticrimine, un personal computer di ultima generazione per coadiuvare le forze dell’ordine nelle indagini. Presenti alla consegna, il Sostituto Commissario Coordinatore Gianni Grilanda responsabile del Gabinetto provinciale della Polizia Scientifica e Marco Stanghellini responsabile dei Sistemi Informativi dell’associazione forlivese. La dotazione tecnologica, appositamente predisposta con i requisiti richiesti dai tecnici della polizia, è stata donata per testimoniare l’attenzione di Confartigianato al tema della sicurezza delle imprese e della comunità in cui operano. Nel ringraziare le forze di polizia per l’impegno costante, il presidente Morigi ha aggiunto “l’associazione, con le proprie sedi diffuse capillarmente in tutto il forlivese, è presidio del territorio, raccogliendo le sollecitazioni dei cittadini, per mantenere l’elevato grado di benessere di cui oggi godiamo, strettamente connesso al tema della lotta all’illegalità.

Un comprensorio sano, in cui non trovano spazio abusivismo, lavoro nero e i reati vengono efficacemente contrastati è la base essenziale per lo sviluppo della nostra economia, basata prevalentemente su artigianato e piccola impresa.” Dello stesso segno il contributo di Valenti, che ha voluto rimarcare l’impegno dell’associazione nel contrasto alle truffe, soprattutto nei confronti di anziani e fasce più deboli della popolazione, con l’iniziativa “più sicuri insieme” promossa su tutto il territorio nazionale in collaborazione con le forze dell’Ordine, per sensibilizzare sulle modalità utilizzate dai malfattori per far cadere in trappola il malcapitato. Il vice Questore Zeloni ha sottolineato il dialogo continuo con la popolazione, evidenziando l’ottima collaborazione con la cittadinanza, pronta a segnalare eventuali criticità riscontrate e con i soggetti che operano in provincia, come Confartigianato. La tecnologia è fondamentale per svolgere le indagini: la diffusione dei sistemi di videosorveglianza produce una notevole quantità di materiale, che deve essere confrontato coi dati in possesso dalle forze di polizia, richiedendo una strumentazione adeguata.