Rocambolesca fuga notturna di un 38enne

La Polizia di Stato ha sanzionato un 38enne barista forlivese, responsabile di una rocambolesca fuga notturna nonostante l’alt intimatogli da una pattuglia delle Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura. L’uomo, per evitare di essere sottoposto a controllo, ha percorso alcune vie del centro a elevata velocità, cercando in ogni modo di seminare la Polizia, ed è stato necessario l’intervento congiunto di due pattuglie per chiudergli la strada e procedere agli accertamenti. Il motivo di questo suo comportamento era la consapevolezza di avere un tasso alcolemico fuori legge, e il fondato timore che gli fosse ritirata la patente, in merito alla quale già in passato aveva ricevuto un provvedimento di sospensione proprio per lo stesso motivo.

L’intervento è avvenuto stanotte, verso le 2:30. Una volante ha incrociato una Fiat Punto il cui conducente aveva compiuto una brusca manovra di svolta, tanto da suscitare negli agenti il sospetto che volesse evitare di incrociare la Polizia. A questo punto gli agenti hanno inseguito quel veicolo, attivando le luci blu e lampeggiando, facendo intendere chiaramente la loro intenzione di dare corso a un controllo. Al contrario, invece di arrestare la corsa, il veicolo ha accelerato, percorrendo alcune vie con le sirene della polizia alle calcagna, fino a imboccarne anche una contromano, per poi essere finalmente bloccato. Agli agenti ha dichiarato di essere fuggito perché temeva il ritiro della patente, essendo appena smontato dal lavoro e avendo bevuto durante l’orario di servizio presso il bar dove è impiegato. L’accertamento del tasso alcolemico ha effettivamente certificato un tasso eccendente i limiti di legge tanto che la patente è stata ritirata e l’uomo denunciato per guida in stato di ebbrezza alcolica. A latere, gli sono state contestate altre sanzioni per le violazioni al codice della strada che si riferiscono al comportamento tenuto alla guida.