Si è aperta con due visite ad altrettante importanti aziende la giornata di mercoeldì 18 dicembre di Stefano Bonaccini nella provincia di Forlì-Cesena. In apertura di giornata è stato accolto al Gruppo Orogel, azienda leader nella produzione di alimenti surgelati, che intende continuare a investire nel territorio con un progetto da quasi 25 milioni di euro per aumentare ricerca e sviluppo, capacità produttiva e di stoccaggio. Un progetto, già presentato al ministero dello Sviluppo economico, che la Regione intende accompagnare e sostenere. “Siamo con chi fa impresa e crea qui nuova e buona occupazione – ha dichiarato il presidente uscente e ricandidato alla guida dell’Emilia-Romagna – puntando su qualità dei prodotti, filiera produttiva e responsabilità sociale in un comparto, l’agroalimentare, che in Emilia-Romagna rappresenta un’eccellenza”.

A seguire Bonaccini si è recato a Bora Mercato Saraceno dove ha incontrato i vertici e i lavoratori della Righi Group, azienda specializzata nell’automazione industriale. Il presidente ha quindi incontrato a Cesena il mondo dell’associazionismo e del volontariato, “tutte quelle donne e uomini, ragazze e ragazzi che si dedicano agli altri – ha affermato- e che grazie al loro impegno ci permettono di avere una società sempre più coesa e più civile”.

Nella provincia di Forlì-Cesena più di 7mila volontari operano nel Terzo settore, in 292 organizzazioni di volontariato e 515 associazioni di promozione sociale. Un confronto aperto quello, con gli operatori, che Bonaccini ha concluso al WellDone CILS Social Food, progetto innovativo di integrazione avviato la scorsa settimana e che ha visto l’inserimento fra i dipendenti di sei persone con disabilità. Un ristorante “esempio di come la comunità possa crescere e includere le disabilità dando valore ai valori”. Il presidente ha voluto ricordare il grande impegno della Regione Emilia-Romagna nel sociale, con importanti investimenti per le fasce deboli. A partire dal fondo regionale per la non autosufficienza che ha stanziato oltre 448 milioni di euro nel 2019, di cui 20 milioni 451mila euro sono andati a Forlì e 19 milioni 951mila a Cesena.

Gli appuntamenti del pomeriggio sono proseguiti a Cesena Fiera, in occasione della presentazione del progetto di fusione tra Confindustria Romagna e Confindustria Forlì-Cesena. In serata Bonaccini sarà inoltre a Martorano di Cesena per una visita alla CAC Group – Cooperativa Agricola Cesenate e un saluto agli imprenditori.

L’agenda della giornata si è conclusa al Grand Hotel da Vinci in occasione del Galà degli auguri di ADAC – Associazione degli Albergatori di Cesenatico. Un appuntamento a cui il presidente ha portato un saluto e un ringraziamento per il grande lavoro di accoglienza turistica svolto sul territorio, che ha consentito di registrare nel 2018 nella riviera forlivese-cesenate un incremento degli arrivi pari al +1,7% e delle presenze del +2,4%, con picchi proprio a Cesenatico (+3,2% per gli arrivi, +3,1% per le presenze) e a San Mauro Pascoli (+2,1% e +11,4% rispettivamente).