Un’associazione senza scopo di lucro per riscoprire il saper fare attraverso il cucito e dare competenze a donne e ragazzi.

Si chiama Refashion e ha l’obiettivo di creare percorsi per sviluppare competenze nell’ambito della modelleria, della confezione e del cucito. E’ la nuova associazione senza scopo di lucro, nata a Savignano sul Rubicone, dalla volontà di otto soci fondatori, tutti professionisti che operano nell’ambito del design, della cultura, della formazione e della comunicazione. Il progetto si rivolge in particolare a donne, giovani e coloro che, marginali al mondo del lavoro, possono compiere percorsi per aumentare e migliorare le proprie competenze.

L’idea è di dar vita a un “saper fare” attraverso il cucito, insegnando alle persone a ridefinire ciò che già si possiede, in un’ottica green e sostenibile. La nuova associazione parte già con all’attivo un bando regionale sulla marginalità vinto dal Comune di Savignano con il progetto “Un filo per la città” e ideato, per la parte riguardante l’atelier stabile in città, dai soci fondatori. Un atelier dove sia possibile sviluppare talenti, competenze e creatività, riappropriandosi del lavoro fatto con le mani e che sia incubatore di idee per allenare i giovani, le donne, le mamme a credere in sé stessi, a imparare e trovare luoghi di cultura, di identità, di professionalità spendibile. Tra chi collaborano con Refashion, ci sono già: Cercal, Confartigianato Cesena, Tacchificio Zanzani, Teatro degli Scartafacci, Associazione Budokan, Calzaturificio Giovagnoli, azienda Tomassini di Roberta Alessandri, Montemaggi designer. Con il patrocinio del Comune di Savignano e il sostegno della Regione Emilia-Romagna. L’atelier sarà aperto a partire da venerdì 13, dalle ore 10 alle 19. Appuntamento per l’inaugurazione sabato 14 dicembre ore 17 in via Roma, 37.