“Avranno un effetto nefasto sugli italiani e colpiranno gli agricoltori”

“I produttori agricoli italiani scontano già un problema di competitività rispetto ad altri player, europei ed ectra comunitari, sotto il profilo del costo del lavoro e dei costi energetici e ora arrivano queste nuove tasse senza senso volute dal governo giallo-rosso, che andranno a penalizzare ulteriormente le filiere agroalimentari italiane. Pensiamo all’ortofrutta: l’annuncio di Coca-Cola, che cesserà di acquistare arance italiane per la Fanta, dà l’idea del disastro di questi provvedimenti. E questo è solo l’inizio, si rischia un disastro occupazionale, con perdite di valore lungo tutta la filiera agroalimentare italiana. Chi negli anni ha creduto e investito nella nostra agricoltura, impegnandosi anche sul fronte della sostenibilità, si vede ripagato con un sonoro schiaffo: altroché calamità naturali, questo governo è una calamità per l’agricoltura italiana e per il Made in Italy agroalimentare. La plastica non va demonizzata, va gestita: e finché non ci sono soluzioni alternative valide, soprattutto per gli impieghi in campo alimentare, non si possono penalizzare le imprese da un giorno all’altro. Ma se questa è la politica del nostro Paese, chi vorrà più investire in Italia? La Sugar Tax colpisce indistintamente un settore del beverage che negli ultimi anni si è distinto per la riduzione dell’impiego degli zuccheri e per offrire alternative e informazioni di carattere salutistico: con questo balzello, poi, si colpiscono anche tutte le aziende che lavorano nella trasformazione dei succhi di frutta. Forza Italia – conclude la deputata azzurra – in Parlamento si batterà fini all’ultimo per correggere la rotta del governo ed eliminare queste misure che causeranno danni gravissimi sia sul fronte imprenditoriale che occupazionale: così non si rilancia un Paese, ma lo si fa colare a picco”.