In vista di una serata conviviale che si terrà a gennaio 2020

La Polisportiva Cava per 20 anni, dal 1985 al 2005, ha organizzato trasferte in Germania, Francia, Ungheria, Polonia, Grecia in città gemellate con Forlì, o che avevano rapporti con la nostra città. Protagonisti di questi viaggi sono stati giovani atletici forlivesi provenienti da ben 31 Società sportive. Si stabilirono in questo modo rapporti di amicizia con tantissimi altri giovani delle città che furono meta dei gruppi forlivesi. Fu un ventennio di scambi molto proficui, con l’Amministrazione Comunale ad affiancare la Polisportiva Cava, che servirono per conoscere altre realtà, per apprezzarne la cultura e la storia consapevoli dell’importanza di avere un’Europa unita. Solitamente le realtà ospitanti venivano a loro volta a Forlì ed erano sempre accolte con molto calore e affetto. Non mancavano in queste circostanze le dispute di tornei sportivi, in particolare di calcio, durante i quali le giovani squadre forlivesi hanno fatto valere sempre una buona preparazione sportiva e capacità individuali di buon livello. 
Nell’impossibilità di reperire tutti i nominativi di coloro che parteciparono agli scambi di un periodo così lungo, Achille Silvestroni, presidente della Polisportiva Cava, lancia un appello a tutti gli atleti e gli allenatori delle varie Società Sportive che hanno partecipato dal 1985 al 2005 agli incontri sportivi internazionali in Europa sotto l’egida del Comune di Forlì affinché telefonino al 3477977082 (di pomeriggio) e lascino l’indirizzo mail, o di casa, e un recapito telefonico. 
La raccolta di questi dati servirà per invitare tutti coloro che saranno rintracciati a una serata da tenersi nel Salone Comunale alla fine del mese di gennaio del 2020, in occasione della presentazione del libro di Mario Biserni dal titolo “Lascia girare il sole su un’Europa in pace, unita e solidale”, che racconta tutte le trasferte della Polisportiva Cava e riporta molte immagini dei gruppi partecipanti ai vari viaggi.