L’idea di un portale locale di informazione

Cento cose da fare a Cesenatico prima di morire. L’idea è venuta ad un portale locale d’informazione giornalistica (living) che ha avuto la pazienza – e anche la genialità – di trovare cento cose da fare in città prima di passare a miglior vita.

L’elenco – tra personaggi folkloristici, amarcord e luoghi indentitari – è diventato un manifesto del “buon vivere” della città romagnola e, ben presto, la trovata si è trasformata in tormentone. 

Postato sui social, l’elenco ha ricevuto centinaia di like, di commenti e di condivisioni. Tanto che la redazione ha pensato di tramutare l’articolo in un contest in via di definizione che prevede ricchi premi a chi riuscirà a dimostrare, con documenti fotografici, di aver fatto almeno 75 delle cose indicate nell’elenco.

Insomma, negli anni della comunicazione digitale, c’è chi torna all’antico e, in barba alle “cittadinanze globali”, ritrova campanilismi e condivisioni confrontandosi con i riti che, negli anni, hanno contribuito a definire l’identità più verace di un paese. 
http://www.livingcesenatico.it/2019/10/20/le-100-cose-da-fare-a-cesenatico-prima-di-morire/