Coach Dell’Agnello: “Non abbiamo fatto girare la palla e abbiamo pagato questo errore”

UNIEURO FORLÌ : Rush 8, Kitsing 2, Giachetti 11, Campori, Watson JR 10, Petrovic, Marini 20, Cinti NE, Dilas NE, Benvenuti 10, Bruttini 7, Ndoja 2. All: Dell’Agnello.

ORASÌ RAVENNA: Farina NE, Potts 10, Jurkatamm NE, Thomas 14, Chiumenti 7, Marino 15, Zanetti 2, Treier 7, Venuto 3, Seck 2, Sergio 16, Bravi NE. All: Cancellieri

Dopo la sfilata dei ragazzi del settore giovanile ed il minuto di applausi per ricordare la piccola Sveva, si parte, e coach Dell’Agnello presenta nello “starting five” Watson JR, Marini, Rush, Benvenuti e Bruttini. Non si segna praticamente mai nei primi 5 minuti, e Ravenna prova un primo allungo con i canestri di Thomas (3-9). L’Unieuro però è in partita e rientra con i canestri di Benvenuti e Ndoja, prima dei due liberi di Giachetti che chiudono il quarto sul 13-16.

I biancorossi cominciano il secondo periodo con un parziale di 8-2 che vale il 21-18, guidati dai canestri di Marini, ai quali si uniscono 6 punti di Bruttini che permettono all’Unieuro di mantenere il vantaggio al 15’ (25-22). Ravenna però pareggia e supera nella seconda parte del periodo, fino al 31-37 punteggio con il quale finisce il primo tempo.

Ad inizio terzo quarto Ravenna prova a scappare (31-42), ma l’Unieuro rientra con un parziale di 5-0 che obbliga Cancellieri a chiamare timeout. Al rientro dal timeout è Thomas a guidare gli ospiti fino al 38-47, ma l’Unieuro c’è e lo dimostra: è dalla difesa che parte un parziale di 10-0 guidato da capitan Giachetti e 4 punti filati di Benvenuti per il 48-47. Il clima-derby scalda l’ambiente e i ragazzi di Dell’Agnello continuano a macinare punti, fino al 57-53, punteggio sul quale si chiude il terzo quarto.

Benvenuti, Giachetti, Rush e Marini: è con i loro canestri che Forlì comincia il quarto periodo e prova a scappare. La partita è però aperta e Ravenna accorcia il divario sul 68-61, al quale seguono le triple di Sergio e Marino che valgono il sorpasso a un minuto dalla fine (70-73). Il finale è 70-76.

Dell’Agnello a fine partita: “Abbiamo giocato tre partite: la prima all’inizio, siamo stati contratti ma può succedere soprattutto alla prima di campionato. Poi una seconda fino a 5 minuti dalla fine: siamo stati bravi e abbiamo fatto una prestazione importante. E poi una terza l’abbiamo giocata male, ed è quella fatta negli ultimi cinque minuti quando non abbiamo fatto girare la palla e abbiamo pagato questo errore”.