Si sperimenta una nuova forma di collaborazione per garantire il massimo decoro alla città

Forlimpopoli, già pioniera della raccolta differenziata in Romagna,sperimenta una nuova forma di collaborazione tra cittadini ed Amministrazione Comunale per garantire il massimo decoro alla città. In vista della stagione autunnale, infatti, l’Amministrazione Comunale ha deciso di dare sistematicità all’attività volontaria di raccolta delle foglie e dei rifiuti vegetali che molti volontari svolgono già da tempo facendosi carico direttamente dei costi di svuotamento dei bidoni.

Dal 27 settembre al 12 ottobre, le persone interessate a svolgere quest’attività di volontariato potranno quindi recarsi nelle giornate del venerdì (dalle 16 alle ore 18) e del sabato (dalle 10 alle ore 12) presso il magazzino giardinieri adiacente all’Ecocentro di Forlimpopoli, per sottoscrivere l’apposito patto di collaborazione volontaria col Comune, che si farà carico come detto del costo TARI associato, e ritirare i contenitori da 240 litri. Trattandosi di un’attività sperimentale, la priorità verrà data ai residenti sui viali alberati (via Diaz-via Meldola, via Andrea Costa, tratto finale di viale Roma) e alle altre zone del territorio comunale che presentano situazioni di criticità.  La prima fase del progetto avrà termine il 31 dicembre, dopodichè, nel caso abbia l’auspicato successo, verrà rinnovata anche per il 2020.
“Molti cittadini forlimpopolesi svolgono già ora questo servizio spontaneamente – ricordano il Sindaco Milena Garavini e l’Assessore all’Ambiente Gian Matteo Peperoni – davvero utile durante i mesi autunnali e invernali, quando foglie, rami,
inflorescenze invadono marciapiedi e piste ciclabili. Con la presa in carico dei costi di smaltimento dei rifiuti vegetali da parte del Comune, si vuole riconoscere l’utilità  pubblica di tale servizio”. I cittadini interessati dovranno recarsi, come detto, presso il magazzino giardinieri muniti di copia di carta di identità. Qui verranno accolti dai volontari delle associazioni “Gruppo Funghi e Flora” e “Gruppo Alpini Forlimpopoli”.