Il ragazzo si trovava sull’Appennino bolognese, nei pressi del lago di Suviana

Nella mattina di lunedì 12 agosto i tecnici del Soccorso Alpino, insieme al personale tecnico-sanitario di Elipavullo, sono intervenuti sulle sponde del Lago di Suviana, nel tratto appartenente al comune di Castel di Casio, sull’Appennino Bolognese. Uno scout di Forlì di dieci anni era impegnato in un’escursione vicino ad un corso d’acqua che si immette nel bacino artificiale di Suviana: per cause ancora da chiarire il giovane si è accasciato accusando un malore e non riuscendo a proseguire. Gli accompagnatori hanno  immediatamente avvisato il 118, il quale ha disposto la partenza di una squadra del Soccorso Alpino e Speleologico Emilia Romagna – Stazione Corno alle Scal, e di Elipavullo. Raggiunto il ragazzo, i soccorritori lo hanno visitato e spostato di qualche decina di metri per agevolare il recupero con il verricello. Una volta recuperato, lo scout è stato trasportato all’Ospedale Alto Reno Terme per accertamenti, anche se le sue condizioni, fortunatamente, non sembravano destare particolari preoccupazioni.