All’operazione hanno partecipato la Digos di Milano, Varese, Pavia, Novara e Forlì

Ha interessato anche Forlì un’operazione condotta dalla Digos di Torino che ha portato al ritrovamento e al sequestro di armi da guerra, tra cui fucili d’assalto automatici di ultima generazione che possono essere usati per eserciti moderni e un missile aria-aria, in uso alle forze armate del Qatar. L’Ansa riporta che il blitz è scattato nei confronti di una serie di soggetti orbitanti nei gruppi dell’estrema destra oltranzista e nasce da un’indagine della Digos di Torino relativa ad alcuni combattenti italiani che hanno partecipato alla guerra nel Donbass, in Ucraina. All’operazione hanno partecipato la Digos di Milano, Varese, Pavia, Novara e Forlì, coordinate dalla procura di Torino.

Proprio nei pressi dell’aeroorto di Forlì sono stati fermati uno svizzero di 42 anni e un italiano di 51 anni. Arrestato anche Fabio Del Bergiolo, 50 anni, ex ispettore antifrode delle dogane che nel 2001 si era candidato al Senato, per Forza Nuova, nel collegio di Gallarate (Varese). Gli indagati sono accusati di detenzioni e messa in commercio di armi da guerra. L’operazione, che proseguirà cercando di capire quale sarebbe potuto essere l’uso delle armi, è nata un anno fa. Il questore di Torino Giuseppe De Matteis ha definito l’operazione “un sequestro con pochi precedenti per la qualità delle armi e il loro potenziale violento“.