Una era agli arresti domiciliari, era uscita senza autorizzazione

La Polizia di Stato ha arrestato per evasione una donna residente in città, collocata in stato di detenzione domiciliare presso l’abitazione della sorella, a seguito di un intervento effettuato per lite in famiglia. Il fatto è avvenuto nel primo pomeriggio di lunedì, quando sono giunte in Questura alcune chiamate che segnalavano una lite molto accesa tra due sorelle, una delle quali agli arresti domiciliari, la quale poi era uscita di casa allontanandosi dal luogo ove era ristretta. La Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale, intervenuta sul posto, ha potuto raccogliere alcune testimonianze e si è messa alla ricerca dalla donna, trovandola dopo qualche decina di minuti, all’uscita da un bar dove aveva mangiato e bevuto in tutta tranquillità. La sua sortita non autorizzata le è costata l’arresto in flagranza per evasione. Non  era nuova a questi episodi, poiché si è poi verificato che anche di recente era stata trovata fuori dell’abitazione senza autorizzazione e in febbraio era stata anche tratta in arresto per il medesimo motivo. Ieri mattina si è tenuta l’udienza di convalida dell’arresto, innanzi al Giudice dott. De Leva (PM dott.ssa Francesca Rago) che ha disposto nuovamente il collocamento ai domiciliari in attesa della definizione del rito processuale.