La speranza è di poterlo avere in città per il rush finale della campagna elettorale

Dopo le dimissioni di Silvio Berlusconi dal San Raffaele, da Forlì arriva un augurio al presidente di Forza Italia e la richiesta di poterlo avere in città per il rush finale della campagna elettorale. “Presidente, vieni a rinfrancarti nella nostra bella Romagna, sarai accolto dall’affetto di tanti sostenitori e potrai tirarci la volata per una storica vittoria. Cambiare aria ti farà bene, così come farà bene ai nostri territori che, dopo tanti, tantissimi anni, stanno mostrando la voglia di cambiare l’aria resa stantia dalle amministrazioni di sinistra. Noi ti aspettiamo e ci prepariamo al cambio di stagione”.

L’invito arriva dalla parlamentare azzurra Simona Vietina e dal capolista di Forza Italia al Comune di Forlì Lauro Biondi. “C’è un sogno che sta per diventare realtà, un sogno di alternanza e di buona amministrazione. Sappiamo che l’agenda del presidente è fitta di impegni e i medici hanno consigliato a Silvio Berlusconi di stare a riposo – dicono Vietina e Biondi – Ma Forlì sta diventando un punto nevralgico per le prossime elezioni e Forza Italia si presenta come unica forza liberale e moderata, che non vive sulle divisioni e sul clima d’odio ma che pensa e lavora su progetti concreti per la ripresa economica. Il centrodestra a Forlì non ha mai vinto e il presidente Berlusconi non è mai venuto a Forlì: ma il 26 maggio sarà una giornata storica e nell’ultimo scorcio di campagna elettorale una visita del presidente potrebbe fare la differenza. Se Berlusconi riuscisse a far tappa a Forlì saprebbe mobilitare quell’elettorato liberale e moderato che si riconosce nei valori di Forza Italia e che nelle prossime elezioni, sia europee che amministrative, sarà l’ago della bilancia”. 
“L’alternanza di governo a Forlì diventa un doppio valore dopo tanti anni di monopolio di sinistra – puntualizza Vietina – Sono convinta che i cittadini che vogliono abbassare le tasse, che i forlivesi che vogliono le infrastrutture, che le persone stufe di un clima d’odio ma desiderose di riagganciare la ripresa economica preferiranno Forza Italia e i suoi candidati. Siamo l’unico partito liberale e moderato presente sulla scheda elettorale, questo farà la differenza. Siamo all’inizio di un nuovo percorso per tutta la città, un percorso che considererà opportunità diverse da quelle tenute sino ad oggi. La nostra provincia, come testimoniano le varie classifiche sulla qualità della vita, ha perso terreno negli ultimi anni: una tendenza che va assolutamente contrastata con l’impegno di tutte le amministrazioni. In particolar modo Forlì, città capoluogo e comune più popoloso. Si deve ripartire con una visione diversa dopo oltre cinquant’anni della stessa prospettiva. Forza Italia è l’unico partito che mette la ripresa economica al centro: più lavoro e meno tasse per risollevare Forlì e il Paese. Non sarà certo l’assistenzialismo del reddito di cittadinanza a ridare speranza e dignità a chi non ha più un lavoro ed è in difficoltà”. Simona Vietina e Lauro Biondi concludono con un ultimo appello a Silvio Berlusconi: “Presidente, il nostro mare e le nostre colline ti aspettano: qua il cielo è pronto a diventare ancora più azzurro”.