“Il lavoro, quello giusto, deve essere la base della futura azione comunale”

L’Alternativa per Forlì ha posto al primo punto del proprio programma il lavoro, in quanto “è attraverso il lavoro, base della nostra Costituzione, che si garantisce dignità alle persone, autonomia e inclusione sociale. È il motore stesso della crescita cittadina”, afferma San Vicente, candidata sindaca. Continua Mattia Rossi, portavoce e capolista: “In questa campagna vuota di contenuti, noi rispondiamo, al battibecco sterile tra i candidati, con il nostro programma. Il lavoro, quello giusto, deve essere la base della futura azione comunale. E questo è possibile solo attraverso un dialogo permanente con le parti sociali, le associazioni di categoria, l’Università”.

“Per questo l’Alternativa propone in primo luogo un tavolo di monitoraggio della condizione femminile sul lavoro, sul nuovo precariato, sul caporalato e sui lavoratori più deboli. Il Cambiamento climatico, la crisi economica e i mutamenti del tessuto produttivo, devono costituire la spinta a trasformare l’economia cittadina sulla base del riuso e del riciclo, della transizione energetica e delle imprese giovanili, per i quali prevediamo un fondo di garanzia. Prevediamo anche una collaborazione con l’Università, e altri enti, per favorire la commistione tra innovazione e impresa.”