La donna era vittima di episodi di violenza da quattro mesi

Giovedì 18 aprile la Polizia di Stato ha tratto in arresto un cittadino del Burkina Faso K.S. classe ’78 per i reati di maltrattamenti in famiglia e violenza privata nei confronti della sua convivente, una cittadina forlivese di anni 48 e del loro figlio minore di appena 5 anni. L’arresto avveniva a seguito di un’attività in corso delegata dalla locale Procura della Repubblica (dott.ssa Messina F.) che si era istaurata nelle settimane scorse allorquando la donna si era recata in Questura per denunciare le condotte maltrattanti e persecutorie di cui era vittima da circa 4 mesi. Nelle more della predetta attività delegata, il K.S. localizzava e raggiungeva la donna all’esterno di un centro antiviolenza e con minacce di morte, obbligava lei e il loro figlio minore a salire in auto con lui per recarsi all’interno di un locale commerciale. L’intervento tempestivo da subito delle volanti di zona permettevano di rintracciare l’uomo e accompagnarlo in Questura dove è stato tratto in arresto e associato presso al locale casa circondariale.