Luogo dove chiedere info, arrivare o chiudere servizi, eseguire variazioni anagrafiche

E’ stato inaugurato mercoledì 20 marzo il nuovo Punto Alea sito nel comune di Civitella di Romagna, specificamente in località Cusercoli. A disposizione di tutti gli utenti gestiti dall’azienda Alea Ambiente, coprirà circa 16.000 abitanti della vallata del Bidente, che non dovranno necessariamente muoversi verso Forlì per svolgere le pratiche. Si tratta di un luogo di incontro tra azienda e cittadini, dove è possibile chiedere informazioni, attivare o chiudere i servizi, per comunicare variazioni anagrafiche, per segnalare eventuali disservizi e reclami, oltre che per prenotare servizi a chiamata. Inoltre, è possibile ritirare i sacchetti adeguati alla raccolta, ritirare i contenitori e/o sostituirli, ecc. Il Punto Alea era già operativo da oltre due mesi come punto di appoggio alla distribuzione. In questo periodo è stato visitato da circa 600 persone che si sono recate principalmente per ricevere informazioni e per ritirare i kit di bidoni, tra cui i contenitori solidali per i cittadini che hanno problemi di disagio sanitario. Il Punto è aperto nelle giornate del lunedì dalle ore 14,30 alle 17,30 e del venerdì dalle 8,30 alle 12,00. Eventuali variazioni di orario durante le festività saranno comunicate tempestivamente e visibili sul sito internet www.alea-ambiente.it.

Ha aperto gli interventi, portando i saluti del CDA di Alea Ambiente, il presidente Daniele Carloni. Nell’occasione il Direttore Generale Paolo Contò, afferma “Siamo arrivati: abbiamo completato anche la città di Forlì. Si sta concludendo la distribuzione a Forlimpopoli e sta proseguendo a Bertinoro. Civitella guida la classifica, raggiungendo il 95% di raccolta differenziata; Castrocaro ha segnato un record del 91%. La media di raccolta differenziata di tutti i 13 Comuni ad oggi è dell’85,3%. Forlì è all’inizio, ma è molto positivo il dato relativo al secco prodotto nelle prime settimane di marzo in tutto il bacino, pari a 891 tonn rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, che aveva prodotto oltre 2600 tonn, quindi si parla di una  riduzione del 66,6%”. Il sindaco Claudio Milandri, in chiusura, evidenzia come all’inizio l’Amministrazione Comunale avesse qualche dubbio, anche se aveva la convinzione che si era intrapreso il percorso giusto per ridurre l’indifferenziato, obiettivo importante per la salvaguardia dell’ambiente e dell’aria che respiriamo. “Oggi sappiamo che abbiamo fatto la scelta giusta per gli obiettivi preposti. Prima di iniziare operativamente il porta a porta abbiamo deciso di investire negli incontri informativi in tutte le frazioni di Civitella, pensando che un’informazione capillare potesse aiutare i cittadini nel cambiamento”.