La vittima aveva denunciato dopo aver letto gli appelli della stampa

La Polizia di Stato ha notificato un provvedimento di natura cautelare al minorenne ritenuto responsabile della tentata rapina in via Ribolle di qualche giorno fa. Il provvedimento limitativo della libertà personale è stato disposto dal G.I.P. del Tribunale per i minorenni di Bologna, dott.ssa Filocamo, su richiesta del Pubblico Ministero Emiliano Arcelli, sostituto procuratore presso la Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Bologna, che ha condiviso in pieno le concrete e precise risultanze investigative prodotte dall’Ufficio Prevenzione Generale della Questura, che in breve tempo ha ricostruito il caso in esame, nonostante le difficoltà derivanti dall’iniziale mancanza della denuncia della vittima, che non era stata rintracciata nell’immediatezza. Paradossalmente, i poliziotti identificarono prima l’autore della vittima, che si presentò in Questura solo dopo aver accolto l’appello sulla stampa lanciato dagli investigatori. Il ragazzo è stato collocato in una comunità terapeutica, con l’obbligo di rimanervi e seguire un adeguato programma di recupero.