Fra i premiati con il distintivo in oro il dottor Francesco De Domenico

Onorificenze per oltre 500 donatori. Domenica 24 febbraio, in occasione dell’Assemblea dei Soci Avis Forlì, si è tenuta presso il Salone Comunale l’annuale cerimonia per la consegna delle benemerenze, speciali riconoscimenti attribuiti a quella folta schiera di uomini e donne che col semplice gesto di donare il loro sangue contribuiscono al benessere della collettività. Donare il sangue è un atto di generosità di grande valore civico ed etico. Ecco perché pare doveroso riconoscere a questi cittadini il merito e la generosità delle loro azioni con un distintivo simbolico istituito a livello nazionale e normato dal Regolamento Nazionale di Avis. Le benemerenze infatti vengono consegnate in uguale foggia e dimensione ma forgiate in leghe diverse a seconda del grado di adesione dimostrato al progetto Avis negli anni. Alla presenza del sindaco Drei e di Monsignor Livio Corazza, oltre che del presidente di Avis Forlì, ha avuto luogo la consegna dei distintivi.

Fra i destinatari di questo meritorio premio vi è stato anche il dottor Francesco De Domenico (in foto), medico del lavoro con studio in Forlì, che ricevendo il distintivo in oro, ha potuto vantare ben 20 anni da associato Avis con oltre 40 donazioni effettuate nel periodo. Alla cerimonia il giovane medico ha presenziato con la moglie ed i figli , i più piccoli fra i presenti, facendosi testimone di una buona prassi che andrebbe costantemente condivisa coi più giovani, affinché apprendano la vera cultura del dono e divengano in futuro membri generosi ed attivi della collettività. I soci e donatori sono 3755 con 445 nuove entrate. Lo scorso anno a Forlì sono state superate le 11mila donazioni, con un aumento del 4,7%.