Previsti area camper, riqualificazione Camposonaldo, Borgo Calci e parco della Resistenza

Lo scorso giovedì 17 gennaio sono stati consegnati i lavori del progetto “Vias Animae – Le strade ritrovate”, un intervento tanto atteso per il comune di Santa Sofia e per tutto il territorio, in quanto prevede la realizzazione di interventi legati al settore turistico nei comuni di Santa Sofia, Premilcuore e Bagno di Romagna, oltre che nel territorio del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna. “Finalmente, dopo la presentazione del progetto, la partecipazione al bando POR FESR 2014-2020 ASSE 5 della Regione Emilia Romagna e la procedura di gara, iniziano i lavori sul circuito “Vias Animae”i, che a nostro parere riveste grande importanza per il nostro comune – dice il sindaco Daniele Valbonesi. L’iter è partito diversi mesi fa e, a fine lavori, ci consentirà di avere un patrimonio più curato e attraente e di offrire servizi migliori per chi vorrà visitare i nostri territori.” Nel dettaglio, nel territorio comunale di Santa Sofia sono previsti quattro interventi: la realizzazione di un’area camper attrezzata in località San Martino di Corniolo, per un importo lavori pari ad € 173’417,12; la riqualificazione dell’ingresso alla frazione di Camposonaldo e del Borgo Calci, per un importo lavori di €. 125’003,27, la riqualificazione del Parco della Resistenza a Santa Sofia, per un importo lavori di € 172’631,33 e la riqualificazione dell’area servizio Camper ubicata nel Piazzale Karl Marx di Santa Sofia, per un importo lavori di € 30’500,00.

I lavori avranno un importo totale di €. 539’822,12, per un totale generale di €. 761’332,63, finanziato per € 513’450,29 dalla Regione Emilia Romagna Asse 5 POR FESR, per € 75’000,00 dal Parco Nazionale delle Foreste casentinesi monte Falterona e Campigna, per 80’000,00 dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, per €. 18’509,10 da altri enti per attività di coordinamento, mentre il Comune di Santa Sofia investirà € 74’333,25 di fondi propri. I lavori, della durata prevista di 180 giorni, saranno seguiti dalla Responsabile Unica del Procedimento Cinzia Fantini, mentre la direzione sarà affidata al Raggruppamento Temporaneo di Imprese Studio Associato Locatelli; Architetto Carlo Lazzari e Architetto Elvira Laura Bandini. Le ditte esecutrici RTI Zambelli srl e PPG di Mengozzi Marzio & c. effettueranno per prima cosa gli interventi nell’ex area campo sportivo di Corniolo e, parallelamente, eseguiranno anche gli interventi di carattere forestale nel parco della Resistenza, a partire già dalle prossime settimane. Successivamente, e in particolare con l’inizio della primavera e del bel tempo, si proseguirà a pieno regime con gli interventi a Camposonaldo e nel piazzale Karl Marx.