Marco Di Maio ed Emanuele Fiano presenteranno denuncia anche in Italia

Sarà denunciata dal museo di Auschtwitz e non si è fatta attendere nemmeno la reazione della Disney.

Dopo che domenica scorsa a Predappio, in occasione della rievocazione della marcia su Roma dei “nostalgici” del Duce, la signora Selene Ticchi D’Urso(già candidata alla carica di sindaco del Comune di Budrio di Bologna) è stata fotografata – e finita su tutti i giornali – con indosso una maglietta nera dalla scritta “Auschwitzlandnei caratteri tipici della Disney e la sagoma dei campi di concentramento, ora ne sta pagando le conseguenze.

La signora è stata sospesa da Forza Nuova che ha preso le distanze dalla Ticchi, che pure domenica aveva fatto fatto parte del servizio d’ordine, e l’ha diffidata dal “rilasciare dichiarazioni in nome e per conto del movimento stesso”.

La Disney non ha gradito il paragone con i campi nazisti. “La troviamo ripugnante”, ha fatto sapere e promette di indagare ulteriormente anche per proteggere il proprio copyright.

On line, su Change.org è stata indetta una petizione per chiedere che la Disney che denunci la signora Ticchi e l’obiettico delle 75mila firme è stato in fretta raggiunto.

Ora, i parlamentari Marco Di Maio – proprio in questi giorni in visita a Auschwitz – fa sapere che assieme a Emanuele Fiano denuncerà la signora. “Mentre assieme ad alcuni colleghi parlamentari stiamo visitando Auschwitz – scrive sul suo profilo facebook – apprendiamo la decisione del museo di denunciare l’esponente di un movimento neofascista che domenica a Predappio ha esibito quella maglietta orripilante che raffigura il campo di sterminio come un parco giochi.
Con Emanuele Fiano presenteremo analoga denuncia anche in Italia. Ci sono comportamenti che non rientrano tra le opinioni, ma sono semplicemente reati.