Cittadino bulgaro accusato da connazionale di gelosia nei confronti della moglie, interviene la Polizia

Minacce e auto distrutta. E’ quanto è successo a un cittadino bulgaro di ritorno da un paese del Nord Europa. Lo scorso weekend le volanti della Polizia di Stato, in forza all’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Forlì-Cesena, sono dovute intervenire in una palazzina della periferia a richiesta di un 40enne cittadino bulgaro che lamentava il grave danneggiamento della sua auto.

Lo straniero ha riferito agli operatori intervenuti che tempo addietro era stato ospitato da un suo connazionale (48enne residente a Forlì) per alcuni mesi, ma poi, sei mesi fa, si era trasferito per lavoro in un paese del Nord-Europa, lasciando all’amico parte dei suoi effetti personali e la sua auto.

L’altro giorno, di rientro in Italia per recuperare le sue cose, ha trovato l’auto gravemente danneggiata: tutti i vetri infranti, e gli specchietti retrovisori divelti e gettati a terra. Richieste spiegazioni, l’autore – contattato telefonicamente – lo avrebbe anche minacciato, confermando di avergli distrutto lui l’auto accusandolo di un morboso interesse verso sua moglie.

Al richiedente l’intervento non è restato altro da fare che recuperare il veicolo con un carro attrezzi e allontanarsi, salva la sua facoltà di agire in termini di legge per il danneggiamento della sua auto.