L’uomo, assieme a una ragazza 22enne, è stato fermato durante un controllo in questa via Colombo

Detenzione illegale di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. E’ questa l’accusa formalizzata nei confronti di un uomo 43enne.

Nel week end i carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Forlì, diretti e coordinati dal Comandante Magg. Raffaele Conforti, sono stati impegnati in un’attività antidroga nel centro cittadino di Forlì finalizzato al contrasto e repressione di sostanze stupefacenti. Durante un controllo in questa via Colombo, sono stati fermati per un controllo due individui, un 43enne e una 22enne, entrambi residenti a Forlì e pregiudicati, che si aggiravano con fare sospetto nei pressi della fermata del bus. I due sono stati sottoposti a perquisizione personale sul posto con esito positivo.

Difatti a carico dell’uomo, sono stati rinvenuti due involucri contenenti undici grammi circa di droga del tipo eroina, e successivamente presso la sua abitazione dove i militari operanti estendevano la perquisizione domiciliare, è stato trovato un ulteriore involucro contenente un grammo circa della stessa sostanza stupefacente e un bilancino di precisione, rinvenuti nell’armadio della camera da letto, debitamente sottoposti a sequestro.

Pertanto nella flagranza di reato l’uomo è stato arrestato e condotto unitamente alla ragazza, che è stata accusata di concorso nello stesso reato, negli uffici della Compagnia di Forlì per gli adempimenti di rito. 

Per tale vicenda il gip del Tribunale di Forlì, dott. De Paoli, ha convalidato l’arresto e rimesso l’uomo in libertà.