Titolare dell’attività un 72enne noto alla Forze dell’ordine

La Sezione Polizia Stradale di Forlì – distaccamento Polstrada di Rocca San Casciano – ha scoperto a Forlì un’officina meccanica in piena attività e completa di attrezzature e macchinari, ma priva di qualsivoglia licenza e autorizzazione a svolgere l’attività di autoriparazione. L’operazione si è realizzata nell’ambito dei continui controlli disposti dall’Ufficio alle attività economiche afferenti la circolazione stradale.

L’officina abusiva individuata nelle campagne del capoluogo romagnolo, in frazione Malmissole, aveva al suo interno ben 17 veicoli, tra auto e moto, in riparazione ed alcuni lavoratori irregolari.

Titolare dell’attività abusiva un 72enne di Forlì, P. T., già noto alle Forze dell’Ordine per pregiudizi relativi a reati contro il patrimonio.

Il personale operante, coadiuvato dalla Squadra di Polizia Giudiziaria, ha sottoposto a sequestro amministrativo, in vista della confisca, l’attrezzatura, comprensiva di ponti sollevatori, banchi attrezzi con utensili di ogni tipo, compressori, saldatrici, trapani, flessibili per un valore di decine di migliaia di euro.

L’esercente è stato contravvenzionato ai sensi della L. 122/1992 con una sanzione pecuniaria di svariate migliaia di euro relativa altresì al verificato abbandono di rifiuti senza le prescritte cautele ambientali.

Si è provveduto, inoltre, a verbalizzare gli incauti clienti che avevano affidato i veicoli ad un centro non autorizzato alle riparazioni. Complessivamente sono state 29 le sanzioni elevate, 5 le auto sequestrate, 2 le targhe rinvenute, 2 le carte di circolazione ritirate.