Il rogo appiccato ad un appartamento a Castrocaro Terme ha arrecato ingenti danni anche ad un’altra abitazione

CASTROCARO TERME E TERRA DEL SOLE - Personale del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Forlì, insieme ai  colleghi della Stazione di Castrocaro Terme, hanno eseguito una misura cautelare personale di divieto di avvicinamento a luoghi frequentati dalla persona offesa a carico di una giovane di Castrocaro, responsabile dell’incendio doloso avvenuto nella serata dell’8 agosto 2018 all’interno di un’abitazione.

 

LA RICOSTRUZIONE DEI FATTI

Nella serata dell’8 agosto 2018, si è sviluppato un incendio all’interno di un’abitazione a Castrocaro Terme. Dal sopralluogo eseguito dal personale dei Vigili del Fuoco intervenuti e dei militari, si è riscontrato con certezza che il rogo fosse di natura dolosa.

A dare adito a questa ipotesi anche la testimonianza di un uomo che aveva notato nel rientrare a casa la propia ex fidanzata allontanarsi in tutta fretta.

Le indagini sono scattate immediatamente, la notte stessa, e nella raccolta degli indizi ed elementi utili alla ricostruzione dell’intera vicenda i militari hanno rilevato importanti elementi riconducibili proprio all’ex fidanzata dell’uomo.

La giovane, che fino a poco tempo prima aveva avuto una relazione sentimentale con l’affittuario dell’immobile, la sera dell’incendio aveva avuto un incontro con questi a seguito del quale tra i due vi era stata una discussione per motivi di gelosia.

 

UN ATTO DI GELOSIA?

La ragazza, subito dopo, secondo la ricostruzione delle forze dell’ordine, si sarebbe diretta a casa dell’ex-fidanzato e, approfittando del fatto che in quel momento nell’abitazione non vi era nessuno, utilizzando un accendigas, avrebbe appiccato il fuoco all’interno della camera da letto. Le fiamme hanno avviluppato immediatamente tutto il mobilio interno arrecando danni importanti sia all’interno dell’appartamento che all’immobile ubicato al piano superiore.

 

LA CONFESSIONE

Quella stessa notte la ragazza, dinanzi all’evidenza dei fatti, ha reso ai militari una piena confessione assumendosi la responsabilità dell’incendio.

Nei giorni scorsi, su richiesta della Procura della Repubblica di Forlì (pubblico ministero Dott. Fabio Magnolo), il Giudice per le Indagini preliminari, concordando con le risultanze investigative, ha emesso una misura cautelare personale del divieto di frequentazione dei luoghi frequentati dalla persona offesa.