L’equazione si ripete ogni anno e nel giro di 24 ore a Forlì si segnalano 3 furti mentre un quarto è stato sventato da una coppia di coniugi “insonne”

FORLI’ – Tre colpi in un giorno, tre furti messi a segno a Forlì nell’arco di 24 ore, il tutto secondo i dati ufficiali, ossia degli eventi criminosi denunciati alle autorità. Complice il caldo, il periodo estivo e il grande esodo verso le località di villeggiatura, Forlì tende a svuotarsi, seppur lentamente, lasciando campo libero ai malviventi.

 

Nella serata di domenica una banda molto ben organizzata ha messo fuori uso il sistema sonoro d’allarme di una villetta in via Monda penetrando all’interno dell’abitazione e facendo razzia di tutti gli oggetti di valore capitati a portata di mano. I proprietari rientrati intorno alla mezzanotte si sono trovati impotenti di fronte allo scempio. Al di là degli oggetti rubati, del valore depredato, rimane l’amaro in bocca per gli ingenti danni causati: Sistema di allarme distrutto, cassaforte sparita, serrature forzate: insomma un bel grattacapo.

 

Come detto non si tratta dell’unico episodio registrato. In viale Spazzoli, zona residenziale tranquilla e a due passi dal centro storico, malviventi sono si sono introdotti in un appartamento passando per una finestra lasciata aperta per “sopportare” il caldo di questa estate torrida. Non solo di notte, ma anche di giorno: nella pausa pranzo, orario di chiusura dell’attività un ladro si è introdotto nella parafarmacia di viale Salinatore senza farsi notare accedendo ai locali attraverso una porta sul retro dell’attività. Una volta all’interno ha puntato dritto dritto alla cassa, svuotandola completamente del contenuto e dandosi in fretta e furia alla fuga.

 

Non tutte le ciambelle, tuttavia, riescono col buco, come recita il vecchio proverbio. Sempre nella notte di domenica, infatti una coppia di coniugi, si è accorta di movimenti e rumori sospetti provenienti da un appartamento nella casa di fronte a loro.

 

Hanno così spaventato i ladri alzando la voce avvisando che avrebbero chiamato le forze dell’ordine, avvertimento che ha trovato conferma e da lì a poco i tutori della legge hanno raggiunto la casa, constatando che i ladri si erano dati alla fuga: fortunatamente il furto è stato sventato e questa volta a causa del caldo.