E’ uno dei risultari del servizio di controllo dei carabinieri nel week-end

CESENATICO – Nel fine settimana appena trascorso, i Carabinieri di Cesenatico hanno disposto un servizio straordinario rafforzato di controllo di tutto il territorio della giurisdizione di competenza. Sono state impiegate, complessivamente, dalla mezzanotte di giovedì alle prime ore della nottata di ieri, 52 pattuglie, controllati 174 mezzi ed identificate 325 persone, elevate 18 al contravvenzioni al Codice della Strada, ritirate 3 patenti (2 per guida in stato di ebbrezza e una per sorpasso in corrispondenza di  intersezione), sequestrato un veicolo amministrativamente per mancanza copertura assicurativa e denunciate in stato di libertà quattro persone. Nello specifico, una quarantaduenne e una trentottenne sono stati denunciati, nelle prime ore della nottata di sabato, per guida in stato di ebbrezza. La prima, trovata alla guida con tasso alcolemico pari a 1,12 g/l; la seconda, con tasso alcolemico pari a 1,14 g/l. I documenti di guida ritirati e le autovetture affidate a persone idonea alla guida.

 

Nella mattinata di venerdì, inoltre, sono stati sottoposti a verifiche otto strutture ricettive del territorio, al fine di prevenire e contrastare l’eventuale soggiorno di persone eventualmente colpite da provvedimenti dell’Autorità Giudiziaria, latitanti o persone dedite alla commissione di reati, oltre alla corrispondenza tra la presenza di queste persone e l’effettiva registrazione dei loro dati anagrafici. Sono state denunciate due persone: un trentenne di origine marocchina, in Italia senza fissa dimora, per soggiorno illegale sul territorio nazionale in quanto, nonostante fosse colpito da provvedimento di espulsione, datato 20 settembre 2016, emesso dal prefetto di Rimini, era rimasto sul territorio nazionale; una donna, settantenne, legale rappresentante e gestore di un albergo di Villamarina, denunciata ai sensi dell’art. 109 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, in quanto dava alloggio all’uomo, persona extracomunitaria e clandestina, priva di documenti di identità.